Questo blog nasce per sensibilizzare tutti sul diritto al gioco dei bambini con disabilità e per far conoscere i "parchi giochi inclusivi". Di cosa si tratta? Di parchi dove tutti i bambini possono giocare insieme. Parchi privi di barriere architettoniche, parchi dove sono installati giochi il più possibile accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini. Bambini che possono correre, bambini che usano la carrozzina, bambini ipovedenti, bambini con disabilità motoria lieve e bambini che amano saltare come grilli. In questi parchi ci sono strutture gioco, (castelli, navi, torri...), con rampe al posto delle scale, i pannelli sensoriali sono posizionati ad altezza tale che possano essere utilizzati anche da chi sta seduto così come le sabbiere o le piste per biglie e/o automobiline. Parchi con tunnel giganti il cui accesso è possibile anche alle carrozzine, giostre girevoli che possono essere utilizzate da tutti. Questi sono i giochi che piacciono a noi. Per quanto riguarda l'altalena per carrozzine abbiamo scritto alcune riflessioni, (potete leggerle: qui e qui). Non siamo contrarie all'installazione di questo gioco nei parchi, (nei parchi gioco insieme ad altre strutture pensate per tutti i bambini), mentre abbiamo grossi dubbi sulla sua reale utilità quando viene installata in un prato, in un luogo isolato da qualsiasi altro gioco. Questa altalena ultimamente è diventata “simbolo” di una città sensibile ai bisogni dei bambini e ragazzi con disabilità. E le persone con disabilità motoria lieve? E gli ipovedenti o ciechi? Scegliere un gioco che può essere utilizzato solo da alcuni bambini con disabilità, ed escludere tutti gli altri, non è una scelta felice. Ci piacerebbe che i privati, le associazioni e le amministrazioni comunali puntassero più in alto ovvero scegliessero giochi per tutti, giochi che permettono ai bambini di socializzare e giocare insieme. Se volete vedere le immagini dell'area giochi inclusiva di Rimini le trovate qui: Tutti a bordo!

30 novembre 2014

Consiglio comunale di venerdì 28 novembre 2014

Il Consiglio Comunale di Santarcangelo di Romagna svoltosi giovedì 27/11/14 ha approvato all’unanimità la mozione presentata da Massimiliano Crivellari, per installare nei parchi pubblici di Santarcangelo arredi e giochi inclusivi, adatti a tutti i bambini con disabilità motorie e non.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.riminitoday.it/politica/
Qui sotto potete visionare anche il video in cui è presente la discussione sui giochi inclusivi, (dal minuto 44:30).
Purtroppo ci siamo rese conto che c'è ancora tanta confusione riguardo al significato di "gioco inclusivo" e "parco giochi inclusivo". Cos'è un parco giochi inclusivo? Un parco giochi dove bambini normodotati e bambini con disabilità possono giocare insieme sui medesimi giochi e ripeto: gli stessi identici giochi per bambini normodotati e bambini con disabilità. I giochi inclusivi non sono giochi per bambini disabili! Non esistono giochi inclusivi dedicati ai soli bambini con disabilità, (non potrebbero chiamarsi inclusivi), così come non esistono giochi costruiti solo per bambini con disabilità. Unica eccezione è la "famosa" altalena per carrozzine che, a nostro parere, non può appunto essere considerato un gioco inclusivo perché può essere utilizzato esclusivamente da chi utilizza la carrozzina e solitamente ne è vietato l'uso a bambini che possono camminare. Riguardo questa altalena abbiamo già scritto un post, l'altalena della discordia e ci piacerebbe spendere ancora due parole su questo gioco. 
altalena per carrozzine
Ad oggi in Italia, da Nord a Sud, esistono almeno 50 altalene per carrozzine e troppo spesso sono installate nel mezzo di un prato, terreno sabbioso o ghiaia ove non sono presenti altri giochi per bambini e in più risultano difficilmente raggiungibili dai bambini in carrozzina. Queste altalene spesso vogliono apparire come un simbolo di sensibilità verso i bambini con disabilità motoria grave e nulla di più. A noi però questa non sembra sensibilità Perché isolare un bambino? Perché installare un gioco che può essere utilizzato solo da lui e non da altri bambini? Perché un gioco speciale che sottolinea la disabilità del bambino? Per dimostrarsi veramente interessati al diritto al gioco di tutti i bambini e al bene dei bambini non è sufficiente installare un gioco adatto a bambini in carrozzina, un gioco che si trova isolato da altri giochi, un gioco che non può essere utilizzato da bambini normodotati. Al massimo questa altalena può rendere più inclusivo un parco con giochi inclusivi permettendo anche a chi usa la carrozzina di dondolare ma se installato in un giardino ove non sono presenti altri giochi e quindi altri bambini è piuttosto ghettizzante e non permette ai bambini di poter interagire con i loro compagni. 
gioco inclusivo - Lissone
Come spiegato precedentemente non tutti i giochi sono accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini con disabilità perché queste ultime sono tante e varie, a grandi linee suddivise tra disabilità motorie, sensoriali e intellettive. La logica suggerisce che un bambino con disabilità motorie non ha le stesse difficoltà di un bambino con disabilità sensoriale. Un bambino di 8/9 anni che si sposta in carrozzina non potrà utilizzare i medesimi giochi di un bambino ipovedente o cieco ma i giochi inclusivi garantiscono ugualmente la maggior accessibilità e fruibilità per tutti. Abbiamo fatto vari esempi in passato come possono esserlo le piste per biglie o le sabbiere sopraelevate, le altalene a cestone, i pannelli sensoriali posizionati ad altezza adeguata, rampe o larghi e bassi gradini come accesso alle strutture come torri, navi, castelli.
gioco inclusivo
Questi giochi permettono ai bambini di interagire tra di loro e giocare insieme. Questi giochi si chiamo inclusivi, scegliamoli per i parchi delle nostre città e magari, al posto dell'altalena per carrozzine, scegliamo una giostrina che possa essere usata contemporaneamente da tutti.


Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B.: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perchè crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato

29 novembre 2014

Fucecchio, raccolta fondi per parco giochi bambini abili e disabili

Fucecchio. Un mercatino di Natale è in programma domenica 30 novembre lungo la provinciale 11 Francesca bis alle porte di Cappiano nel parcheggio antistante l’Edicola Poker, sul lato destro, direzione Santa Croce. E’ prevista la presenza di numerose associazioni del territorio e tra queste anche la Calamita onlus parco giochi per bambini abili e disabili.
I volontari de La Calamita onlus saranno lieti di omaggiare con vino artigianale “Il Calamitino”, piantine aromatiche o con dolci natalizi, qualsiasi donazione a sostegno del proprio Progetto, cioè la realizzazione del Centro di aggregazione della città, con aule, spazi per incontri, stanze per le attività ricreative, e l’oratorio della parrocchia dei Santa Maria delle Vedute con intorno un parco giochi per bambini abili e disabili.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.gonews.it/2014/11/28/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

28 novembre 2014

Aias Monza: parchi giochi per tutti

Sulla rivista di AIAS città di Monza un articolo sui parchi giochi inclusivi in cui si parla anche di noi:
Potete leggerlo qui: http://www.aiasmonza.it/aiasweb/rivista/PdV_14.pdf
Una parte dell'articolo

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

23 novembre 2014

San Giovanni Lupatoto raccolta fondi per altalena

San Giovanni Lupatoto (Verona)
Un triangolare di calcio con sindaci, ciclisti ed ex ciclisti per finanziare l'acquisto di un'altalena «senza barriere» al parco ai Cotoni. Si disputerà il 23/11/14 dalle 10.30, nel campo da calcio Nicola Pasetto «In campo per volare», evento organizzato dal Comune di San Giovanni Lupatoto.
... «Ci piacerebbe che anche il Comune San Giovanni Lupatoto avesse delle linee guida per l'installazione di giochi inclusivi nei parchi. Il gioco è un diritto di tutti, anche dei disabili ovviamente, e questa altalena rappresenta un passo di civiltà», dice la promotrice dell'iniziativa, Federica Magnaterra, mamma di Annalisa, bambina lupatotina affetta da lissencefalia. 
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.larena.it/stories/2586

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

22 novembre 2014

Rimini: avviso di affidamento incarico per progetto area giochi inclusiva.

COMUNE DI RIMINI
Avviso di affidamento di incarico per lo sviluppo di progetti di opere pubbliche, in particolare di opere di progettazione di aree gioco anche per bambini disabili, aree giochi inclusive. Scadenza 28/11/2014
...
Il presente avviso viene pubblicato al fine di individuare i Professionisti interessati ad essere invitati a partecipare alla procedura di cui all’art. 125 comma 11 del D.Lgs. 163/2006 e dell’art. 10 comma 1 lett. b) del “Regolamento per l’esecuzione delle spese in economia del Comune di Rimini” per l’affidamento dell’incarico professionale di Supporto al Responsabile del Procedimento per lo sviluppo di progetti di opere pubbliche, in particolare di opere di progettazione di aree gioco anche per bambini disabili, aree giochi inclusive.
...
DESCRIZIONE DEI SERVIZI
L’incarico ha per oggetto la redazione di progetti di aree gioco anche per bambini disabili, aree giochi inclusive, attraverso l’elaborazione grafica dei disegni, particolari costruttivi ed esecutivi, computi metrici e presentazione con programmi di grafica avanzata, oltre alla gestione della realizzazione delle opere con la Direzione Lavori.
Per ulteriori informazioni clicca qui: http://www.comune.rimini.it/comunicati/pagina3609.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

20 novembre 2014

Sora giornata internazionale diritti infanzia

Sora, (Frosinone) – Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza [VIDEO]
Oggi pomeriggio, in piazza S. Restituta, si è celebrata la Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Sora,  è stata organizzata dall’Associazione Culturale “Il Fatto” e dal Collettivo “Fuori Posto”. Di seguito il video dell’evento al quale hanno preso parte in molti uniti nell’obiettivo di creare un “parco inclusivo” privo di barriere architettoniche e con giochi adeguati a bambini con disabilità.
Per visionare i video clicca qui: http://www.tg24.info/sora/sora

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

NON SOLO ARREDO

L’Art. 31 della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia – Unicef recita: "Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto (..) a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica, (..) rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggiano l'organizzazione di mezzi appropriati di divertimento e di attività ricreative, artistiche e culturali."
L'esperienza del gioco insegna al bambino ad avere fiducia nelle proprie capacità, ad essere creativo, a sperimentare le sue capacità cognitive, a scoprire se stesso, a entrare in relazione con i suoi coetanei e sviluppare quindi l'intera personalità. Ma a non tutti i bimbi è concessa la possibilità di giocare, per molti basta un giro in altalena per liberare la fantasia, per altri un centimetro di troppo rappresenta un ostacolo insormontabile. Oggigiorno, è ancora difficile trovare parchi giochi per disabili, tuttavia si può notare un aumento dei progetti che comprendono strutture inclusive.
I nuovi giochi per parchi infatti prevedono l’utilizzo a pieno di tutti i bambini, numerose sono le altalene e le giostre che permettono di condividere, coinvolgere, giocare insieme.
Quello che vi presentiamo qui di seguito è qualcosa di più, ideato appositamente per garantire la massima accessibilità a tutte le componenti del gioco per tutti i bambini. Intuitivo, funzionale e coinvolgente "gioco per disabili Pellicano" è un gioco realizzato in modo tale che, su gran parte della sua superficie , possano circolare anche le carrozzine, grazie alle comode rampe in accesso ed in uscita e ai corrimano lungo tutto il percorso. Al suo interno sono presenti numerosi giochi di completamento: tris, tamburi, lavagne, utilizzabili da chiunque. La forte motivazione e la forza di volontà dimostrata da questi piccoli amici ci ha confermato che non esiste disabilità che nega il diritto al gioco, quindi non esiste ragione per cui precluderlo.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

20/11/2014 Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

20 Novembre. Oggi è la Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Il 20 novembre 1989 a New York l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia. La Convenzione altro non è che un accordo, un patto sottoscritto da tanti Stati. Composta da 54 articoli in cui sono elencati i diritti fondamentali che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo. Gli Stati che riconoscono questa Convenzione sono 193. In Italia l'approvazione della Convenzione è avvenuta il 27/05/1991 con la legge n. 176.
Sempre in Italia, nel 2011, compare la figura del Garante per l'infanzia e l'adolescenza che è un organo autonomo e indipendente con il compito di assicurare l'attuazione e la tutela dei diritti e degli interessi dei minorenni in conformità alla Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia. I bambini hanno diritto ad avere un nome, una cittadinanza, ad avere contatti con entrambi i genitori, protezione e assistenza umanitaria come rifugiato, a cure adeguate in caso di necessità, a ricevere un'educazione, (scuola), diritto al riposo, diritto al gioco, protezione contro lo sfruttamento economico e sfruttamento sessuale, ...
In questa giornata vorremmo ricordarvi che i nostri bambini hanno dei diritti e che non tutti, purtroppo, possono farli valere in maniera semplice. Ci sono bambini stranieri, rifugiati in Italia, a cui non è garantita una vita dignitosa, ci sono bambini malati che purtroppo non possono beneficiare di una cura, ci sono bambini che vorrebbero andare al parco gioco per trascorrere qualche ora con i propri amici ma le barriere architettoniche glielo impediscono.
In questa giornata possiamo fare un piccolissimo gesto per aiutare un bambino in mille modi diversi, noi ve ne suggeriamo uno: invitate gli amici a cliccare Mi Piace sulla nostra pagina facebook Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini. Aiuterete tante persone a conoscere i parchi giochi inclusivi, parchi dove tutti i bambini, normodotati e disabili, possono giocare insieme! Scrivete all'amministrazione comunale della vostra città e chiedete che nei parchi siano installati giochi fruibili da tutti i bambini! Trovate tutte le informazioni utili sul blog Parchi per tutti Chiedere di realizzare un parco giochi inclusivo nella propria città.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Proposta per un parco gioco inclusivo a Città di Marino

Città di marino (Roma)
“È ora di creare dei parchi giochi inclusivi, all’interno dei quali possano giocare e divertirsi normodotati e portatori di handicap. Il progetto è fattibile, infatti basta apportare delle piccole accortezze alle attrezzature, per regalare un grande sorriso anche a chi, fino ad oggi ha guardato da lontano, in disparte, gli altri bambini divertirsi”.
...è nata l’idea di portare nella nostra città l’idea dei ‘parchi inclusivi’, accolta con particolare soddisfazione dal sindaco Fabio Silvagni che addirittura intende attuare il progetto nel Parco della Pace di Cava dei Selci che da qui a un paio d’anni sarà completamente riqualificato”.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.castellinotizie.it/2014/11/19/marino

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

19 novembre 2014

NASCE “GIOCHIAMO TUTTI” AREA LUDICA A MISURA DEI BAMBINI DIVERSAMENTE ABILI

L’AQUILA - Nasce all’Aquila “Giochiamo tutti!”, un’area ludica pensata e realizzata interamente a misura di bambino diversamente abile. Lo rende noto l’assessore ai Parchi e al Verde pubblico Alfredo Moroni.
“L’area giochi – ha spiegato Moroni – verrà realizzata in viale Rendina, in collaborazione con la Federazione italiana superamento handicap (Fish) e con Mediafriends onlus, e sarà dotata di giochi e strutture per bambini portatori di handicap e non vedenti.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.aquilatv.it/news/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

San Pietro in Cariano ordinate nuove giostrine, alcune delle quali per disabili

San Pietro in Cariano (Verona)
Il consigliere comunale delegato all'ambiente e all'arredo urbano di San Pietro in Cariano, Giuseppe Poiesi, invita i concittadini a impegnarsi per la salvaguardia dei luoghi pubblici, destinati ai giochi dei bambini e al tempo libero degli adulti, segnati dall'inciviltà dei frequentatori. «Sono state ordinate nuove giostrine, alcune delle quali per disabili», continua Poiesi, «destinate al parco giochi di via Dolomiti a San Pietro.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.larena.it/stories/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Sora (FR) Sora : Al via la raccolta fondi per il progetto “Parchi per tutti ”

Sora: Al via la raccolta fondi e la campagna di sensibilizzazione per il progetto “Parchi per tutti ” promosso dall’Associazione Proviamoci Un Po’ in collaborazione con Fuoriposto
Se dovessimo per un attimo ripensare a quando eravamo bambini, verrebbe da sorridere quando pensiamo a come era divertente passare il nostro tempo libero nei parchi della città, bellissimi e verdi spazi di aggregazione, sport e gioventù, all’interno dei quali si poteva giocare e tenere occupato il tempo in maniera "sana" con i propri amici. Senza dubbio, una delle particolarità dell’essere bambini è quella di sognare e giocare.
Eppure, esistono tanti bambini che non hanno mai avuto il modo e l’opportunità di sorridere insieme agli altri coetanei, all’interno dei parchi delle città, a causa delle cosiddette "barriere architettoniche".
Inutile dirvi che i Parchi di Sora, non sono dotati di giochi che mirino all’abbattimento di queste barriere, quindi per tutti i bambini. Troppo spesso, sono anche gli stessi cittadini ad apparire troppo poco sensibili a riguardo, anche nel semplice parcheggiare le proprie auto davanti gli scivoli dei marciapiedi o anche rispetto all’accessibilità nei luoghi nei quali si vive o si lavora.
Per leggere la notizia clicca qui: http://fuoripostomagazine.wordpress.com

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

17 novembre 2014

DISABILI.COM - Il diritto di giocare (tutti e tutti insieme)

Grazie mille a DISABILI.COM per questo bellissimo articolo.
"A parlare ancora di inclusione potremmo quasi sembrare noiosi, ma se proviamo a riempire questa parola di significato, scopriremmo che altro non è che la possibilità di azioni quotidiane, molto reali e concrete. Inclusione è, in definitiva, far parte e poter fare, a mio avviso. Far parte (della collettività) e poter fare (autonomamente) è quello che ci avvicina, io credo, alla realizzazione del nostro pieno diritto di cittadini. E cittadini sono anche i bambini, che in quanto tali dovrebbero solo avere la preoccupazione di giocare, e giocare insieme, se lo vogliono. Niente di più naturale che condividere uno spazio sicuro e libero per divertirsi. Non serve altro ai bambini. Ma può bastare una carrozzina a mettersi di mezzo, e addio giochi. Prova tu a salire sull’altalena o sul sentiero pendente se sei carrozzato! …A meno che non ci troviamo in un parco giochi per tutti..."
Per leggere l'articolo compleato clicca qui: http://www.disabili.com/diritto-di-essere-bambini-e-il-diritto-di-giocare-tutti-e-tutti-insieme

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Santa Maria Capua Vetere abbatte le barriere

Santa Maria Capua Vetere abbatte le barriere. ‘Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze’, è la frase di Paul Valéry, stampata come monito sulla targa dell’altalena per disabili, inaugurata il 16/11/14 presso il ‘Parco del Fanciullo’ a Santa Maria Capua Vetere. Dedicata a Giulia Migliore la giostra è stata acquistata grazie all’iniziativa dell’associazione Ciò che vedo in città, che ha portato avanti il progetto ‘Giochi senza barriere #INSIEMEXRESISTERE’ e grazie alle donazioni dei cittadini.
Per leggere la notizia clicca qui: http://interno18.it/attualita/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

14 novembre 2014

Parco Giochi a Rosignano

Parco Giochi a Rosignano Solvay 13 novembre 2014. Mozione: Adeguamento dei giochi presenti nei parchi pubblici cittadini alle esigenze dei bambini disabili.
APPROVATA

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Altalena per disabili Mazara del Vallo

Il Presidente Giovanna Tramonte della U.I.L.D.M. – Sezione di Mazara del Vallo, unitamente alla Scuola Paritaria “Il Paese delle Meraviglie” - Mazara del Vallo, ha il piacere di comunicare a tutti i cittadini di Mazara del Vallo, che è già stata consegnata l’altalena per diversamente abili da ubicare nel L.mare SanVito adiacente al Parco Giochi denominato “Galeone dei Pirati” installato recentemente dall’Amministrazione Comunale.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.tele8tv.com/news/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

13 novembre 2014

Pescara: parco dei sogni

12/05/2013 Pescara, inaugurato parco con giochi anche per bambini disabili. Il parco è situato in Via Mafalda di Savoia. Al parco è stato dato il nome "Parco dei Sogni"
‘Parco dei Sogni’, intitolato il parco di via Mafalda di Savoia - http://www.pescaraoggi.it
Nascono i giochi senza barriere dedicati ai bambini disabili - http://www.iltempo.it
I disabili interrompono il consiglio «Nessun parco attrezzato per noi». L’associazione Carrozzine determinate fa sospendere la seduta per protestare contro il mancato stanziamento di risorse: «L’amministrazione non ha la giusta sensibilità su questi temi» - http://www.carrozzinedeterminate.it

Pescara: inaugurato il parco giochi fruibile anche da bambini con disabilità in via Mafalda di Savoia. 

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

10 novembre 2014

Altalena per carrozzine a Santa Maria Capua Vetere

Inaugurazione altalena per carrozzine a Santa Maria Capua Vetere. Appuntamento previsto per domenica 16 novembre alle ore 11.00 presso il Parco dei diritti del Bambino in Viale Consiglio d'Europa. Per leggere la notizia clicca qui: http://interno18.it/attualita/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

9 novembre 2014

Nuovo parco giochi a San Miniato (Pisa)

Maura Nacci, ha 82 anni e un cuore da gigante. Ha speso 260mila euro per la realizzazione di un parco-giochi attrezzato per bambini, che sarà intitolato alla figlia morta in giovane età e che verrà presto donato al Comune di San Miniato. Il maxi giardino in questione si trova in via Cavour a San Miniato Basso, 4.500 metri quadrati dove troviamo: un castello con torri con tetto, scivoli e ponte e rampa; cinque funghetti con rimbalzo; una torre con tetto e scivolo e pedana per bambini più piccoli; una casetta doppia in legno; un’altalena doppia detta "Camilla" con sedili a gabbia per bambini piccoli; un’altra altalena doppia con banco e seduta con sedili a tavoletta per bambini; un’altalena con cestello in acciaio e gabbia per bambini disabili; un gioco a molla a forma di pony; un altro gioco a molla a forma di canarino; un gioco a molla a forma di macchina; un gioco a bilico a quattro posti in legno; una fontanella per dissetarsi; due tribunette in acciaio e legno; un campo con pavimento in erba sintetica, recintato con pali e rete, ad uso esclusivo di impianto di pallavolo e di impianto di basket, comprensivi di due impianti portacanestro e un impianto per pallavolo; cestini portarifiuti con gamba centrale e rivestimento in legno; nove panchine in legno e acciaio da seduta con schienale; due tavolini rettangolari in legno; un gioco "Elico" in acciaio; un ponte in legno per attraversare il fosso; un gioco per bambini più grandi detto "missione incognito" in estruso di alluminio con trampolino di rimbalzo.
Per leggere la notizia clicca qui: http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

7 novembre 2014

Parco del Palù

Pubblichiamo volentieri alcune immagini del Parco del Palù che ci ha inviato Ninfa. Di questo parco avevamo giù parlato segnalando le panche e tavoli adatte a tutti e l'altalena per carrozzine: Tavoli e panchine per tutti.
Gli elementi di arredo del parco sono stati realizzati da Il Gabbiano Cooperativa Sociale ONLUS. Si tratta di tavoli e panche che possono essere utilizzati anche da chi usa la carrozzina. Il lato del tavolo è abbastanza lungo da consentire alla carrozzina di infilarsi sotto e usufruire di esso per stare al tavolo insieme ad altre persone.
Una seconda persona in carrozzina può posizionarsi tra le due piccole panche con bracciolo che si trovano ad uno dei lati del tavolo.
In diverse zone del parco sono installate panche per riposare, sia di modello che classico che alte e strette. Questo secondo tipo di sedute, chiamate ischiatiche, sono "sedute “da riposo” che permettono, soprattutto agli anziani e alle persone deambulanti con stampelle, di potersi riposare o sedere senza avere il problema di rialzarsi. Questo grazie all’altezza e all’inclinazione dell’asse da seduta appositamente studiata per questo scopo."
Complimenti a chi ha pensato che anche anziani e persone con disabilità potessero aver voglia di fare una gita al parco del Palù e godere del panorama e dell'aria sana. Un parco per tutti.
Chissà se prossimamente in questo parco, vista l'attenzione ai bisogni di persone con disabilità, oltre all'altalena per carrozzine saranno installati anche giochi inclusivi che permettono a tutti i bambini di giocare insieme. Noi ce lo auguriamo!
Grazie a Ninfa che quando si è recata al parco si è ricordata di noi e ha scattato le immagini pubblicate in questo post. Ninfa è autrice del blog Diario Figurato, ecco il suo post dedicato al parco: visita al parco...della palude.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Monterotondo: mozione richiesta giochi inclusivi

INFORMAZIONE AI CITTADINI DI MONTEROTONDO
A seguito delle segnalazioni ricevute da alcuni genitori, abbiamo sviluppato la richiesta alla Giunta e al Sindaco della creazione di "Parchi Gioco Inclusivi". il risultato non è esattamente quello sperato, ma abbiamo comunque ottenuto un impegno dalla Giunta alla realizzazione di almeno un Parco Giochi Inclusivo in una delle aree verdi della Città. Vigileremo insieme ai cittadini affinché questo avvenga entro i tempi indicati.
Qui potete leggere la mozione depositata: http://www.monterotondo5stelle.it/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

4 novembre 2014

Presentazione Associazione "Proviamoci un po'"

Riceviamo e pubblichiamo:

Buongiorno a tutti siamo un gruppo di amici e di genitori che vuole cercare di creare degli spazi di giochi a tutti bambini perché Il Gioco è un diritto di tutti, come lo studio. Purtroppo nel nostro comune questo non è possibile in quanto non esiste un parco giochi che permette di esercitare il diritto al giochi a tutti i bambini, (normo dotati e diversamente abili). Ovviamente le amministrazioni comunali non hanno le risorse per farlo e quindi abbiamo pensato, anche grazie all’aiuto di tutti, di poter centrare questo obiettivo. Si tratta di un’iniziativa di grande importanza e sensibilità che merita davvero la massima attenzione. Il nome è stato scelto perché lo scorso giugno si è festeggiato in Valcomino il taglio del nastro del Parco giochi di San Donato Valcomino per i diversamente abili. Fu una grande festa oltre che un traguardo tagliato con orgoglio e soddisfazione da chi a quel progetto ha sempre creduto. E allora il pensiero che ci girava nella testa era :”PROVIAMOCI UN PO’” A Sora, (Frosinone), qualcosa si muove e sono le idee, quelle buone, ma la “macchina” cammina con il freno a mano tirato. C’è bisogno di crederci e di investire. Al momento stiamo contattando diverse altre associazioni che hanno già realizzato questo bellissimo progetto ma soprattutto abbiamo contattato due mamme stupende come ce ne sono tante in Italia: Claudia Protti e Raffaella Bedetti.
La maggioranza dei parchi italiani, infatti, tuttora non sono fruibili da bambini disabili. Anche in Romagna, purtroppo, la situazione è la stessa e non esistono veri e propri parchi inclusivi per bambini con disabilità.
Da qui l'impegno di Claudia e Raffaella, che lo scorso 19 Marzo decidono di creare la pagina Facebook: Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini. In poco più di tre mesi la pagina ha già raggiunto oltre 5.000 followers. Accanto alla pagina facebook nasce anche il blog: Parchi per tutti.
Le due mamme si pongono un duplice obiettivo: da un lato sensibilizzare la cittadinanza su queste tematiche e sul diritto al gioco per tutti i bambini, dall'altro hanno l'obiettivo concreto di realizzare un parco inclusivo qui in Romagna, possibilmente al Campo della Fiera di Santarcangelo.
Da  loro riceviamo sempre lo stesso consiglio: sensibilizzare e spronare soprattutto il Comune che troppe volte appare sordo a queste richieste; pubblicizzare e divulgare al massimo questa bellissima idea in modo tale che la gente sappia di cosa stiamo parlando e ci dia una mano concretamente, anche solo facendo sentire la propria voce da chi di dovere.
Quindi è stata costituita un’associazione no profit e presto inizierà una raccolta di fondi perchè è fondamentale il sostegno di tutti. Sarà molto dura ma non impossibile. Siamo andati a dare un’occhiata su internet e di parchi giochi per disabili ce ne sono molti, è vero, ma ancora troppo pochi. Questa iniziativa è stata accolta con stupore e grande entusiasmo ma dovrebbe essere un fatto NORMALE non una notizia ECCEZIONALE.
Oggi anche a Sora c’è voglia di nuovo, di migliore, c’è soprattutto la voglia di credere che il gioco è un diritto di tutti i bambini, tutti: normodotati e diversamente abili. Il diritto al gioco è sancito dalla convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e per loro bisogna fare di più. Esistono due grandi parchi in città, Valente e Santa Chiara, ma ci sono anche spazi in cui si potrebbe immaginare di istallare questa tipologia di giostre. Ed allora bisogna stringersi la mano e camminare uniti versi un obiettivo comune: il benessere dei bambini.
Con noi stanno collaborando dei giovani ragazzi che molto fanno nella nostra città dando ogni giorno dei grandi esempi agli adulti. Hanno costituito un collettivo che si chiama FuoriPosto e si danno molto da fare soprattutto in tema di abbattimento delle barriere architettoniche. Per la raccolta fondi stanno organizzando molte attività di sensibilizzazione della cittadinanza tutta,rivolte soprattutto ai bambini. Insomma questa nostra gioventù rappresenta per tutti noi la Grande Bellezza.
Il numero di conto per la raccolta è: IT64D0760114800001022828642 intestato a Fantacci Marilena, vice presidente dell'associazione. Per chi volesse dare anche un piccolo contributo dovrà scrivere nella causale: Donazione per l'Associazione culturale Proviamoci un po' da destinare alla realizzazione di un parco giochi inclusivo a Sora (Fr).
Ogni 15 giorni circa pubblicheremo gli estratti conto così da rendere tutte le operazioni trasparenti e quindi consentire a chiunque la ricostruzione delle entrate e delle uscite imputabili a tale finalità.Un grazie di cuore.
Marilena - Proviamoci un po'

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

3 novembre 2014

Torre del Greco: 4 altalene per carrozzine

Torre del Greco (Napoli) - Altalene per carrozzine presenti presso Parco Salvo D'acquisto, villa Macrina, villa comunale di corso Vittorio Emanuele e parco Loffredo-Bottazzi. Novembre 2014.
La prima già installata mentre per le altre bisognerà attendere un po' di tempo: lavori in corso
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.lostrillone.tv/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Modena: “rendere i giochi nei parchi accessibili ai bambini disabili”

Modena, il Consiglio comunale: “rendere i giochi nei parchi accessibili ai bambini disabili”
Fare una ricognizione, entro cinque mesi, sulle aree gioco attrezzate esistenti in città e una pianificazione, valida anche per le future progettazioni, per aumentare l’accessibilità degli spazi e la fruibilità dei giochi in modo autonomo per i disabili. Assicurarne, inoltre, una più efficace manutenzione anche attraverso il coinvolgimento delle associazioni di volontariato e delle scuole.
È quanto il Consiglio comunale chiede al Comune di Modena attraverso l’approvazione all’unanimità, nella seduta di giovedì 30 ottobre, di una mozione presentata...
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.sassuolo2000.it/ oppure qui: http://gazzettadimodena.gelocal.it/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti