30 gennaio 2016

Mestre festa di Carnevale

MESTRE - Ospite di Buongiorno Veneto Uno Stefano Giacomazzi, presidente dell'associazione Viva Piraghetto, associazione di Mestre nata recentemente, a fine 2015, dall'idea di un gruppo di genitori che, dopo aver organizzato alcuni eventi nei contesti scolastici, hanno deciso di prendersi a cuore il parco Piraghetto, una zona verde che sorge proprio vicino alla scuola frequentata dai loro figli. Da qua l'idea di creare animazioni ed eventi per restituirlo alla vita dei cittadini, soprattutto a quelli più piccoli. Ma non solo, renderlo accessibile anche ai bambini con disabilità. Ogni evento è quindi un'occasione per raccogliere fondi destinati all'acquisto di una prima giostra inclusiva.
In programma sono previsti musica, laboratori per la creazione dei costumi e delle maschere, animazioni, trucca bimbi, spettacoli di giocoleria.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.venetouno.it/notizia/46864/il-carnevale-inclusivo-del-parco-piraghetto-di-mestre

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

27 gennaio 2016

Il bambino naturale - Riflessioni sull’educazione “al rischio” e bambini super protetti: tra controllo e libertà

Nel 1978, Frank Nelson, un bambino ai primi passi, si arrampicò su uno scivolo di tre metri e mezzo con la madre Debra a pochi passi da lui. La struttura, installata tre anni prima, era conosciuta come “il tornado” perché lo scivolo si avvolgeva su se stesso, ma il piccolo non arrivò mai in fondo. Cadde nel buco fra il corrimano  e i gradini, battendo la testa sull’asfalto.
Un anno dopo, i suoi genitori denunciarono il Chicago Park District e le due aziende che avevano costruito e installato lo scivolo. Frank si era fratturato il cranio cadendo e aveva riportato danni cerebrali permanenti.
Nel 1981 la Consumer Product Safety Commission  pubblicò il primo “Manuale per la sicurezza nei parchi giochi”, brevi linee guida di carattere generale per la gestione delle attrezzature (la parola linee guida era in grassetto, per evidenziare che non si trattava di requisiti).

“Non avvengono più incidenti?… Una madre può correre il rischio di portare il suo bambino in cima a un “tornado”, con tutte le migliori intenzioni, e avere un incidente?  Chi è responsabile per un bambino in un parco giochi, la municipalità o il genitore?…Le altalene colpiscono alla testa i bambini di 1 anno, immagino con conseguenze tragiche in talune circostanze. Vogliamo eliminare le altalene?
Nel corso degli anni, il manuale ufficiale per i beni di consumo ha subìto diverse revisioni; attualmente è provvisto di una serie di linee guida tecniche per i produttori.
Sempre di più, gli standard sono stabiliti da ingegneri, tecnici, esperti e avvocati, con un contributo minimo da parte di “persone che ne sappiano qualcosa sul gioco dei bambini”, come dice William Weisz. Il manuale include prescrizioni specifiche sull’esatta altezza, ripidità e inclinazione di quasi ogni parte delle attrezzature. Pavimenti in gomma o trucioli di legno in teoria sono obbligatori; prato e terra “non sono considerate superfici protettive perché l’usura e fattori ambientali ne possono ridurre l’efficacia nell’assorbimento degli urti.” Per quanto si voglia andar lontano, non è ormai facile trovare un parco che abbia qualche elemento di sorpresa. I bambini trovano gli stessi scivoli con altezze e angoli identici a quelli del loro quartiere, e con accessori molto simili.

Ellen Sandseter, professoressa al Queen Maud University College di Trondheim, specializzata nell’educazione della prima infanzia, aveva scritto la sua tesi per il master sui giovani adolescenti e il loro bisogno di sperimentare il rischio e le sensazioni forti; aveva notato che se non riuscivano a nutrire il proprio desiderio in modi socialmente accettabili, alcuni sceglievano comportamenti più avventati. Si chiedeva se una simile dinamica potesse far presa anche sui bambini più piccoli, man mano che i parchi giochi diventavano sempre più sicuri e meno interessanti. Iniziò a osservare e intervistare i bambini nei parchi norvegesi.
Nel 2011 pubblicò i risultati della sua ricerca in un articolo dal titolo “Prospettive evolutive del gioco rischioso nei bambini: effetti antifobici delle esperienze emozionanti.” I bambini, concludeva, hanno una vera necessità sensoriale di provare il pericolo e l’eccitazione; questo non significa che ciò che fanno debba essere davvero pericoloso, ma solo che debbano sentire che stanno correndo un grosso rischio. La cosa li spaventa, ma poi superano la paura.
Nella pubblicazione, la Sandseter individua sei tipi di gioco rischioso:
1) l’esplorazione delle altezze...
2) ...
3) ...
4) ...
5) sperimentare la velocità ...
6) esplorare per conto proprio.

Nell’intraprendere un gioco rischioso, i bambini si sottopongono in effetti a una forma di terapia dell’esposizione graduale, in cui si costringono a fare la cosa di cui hanno paura per superare la paura stessa. Ma se non attraversano mai un simile processo, la paura può trasformarsi in fobia. Per paradosso, scrive la Sandseter, “il nostro timore che i bambini si facciano male”, perlopiù in modo non grave, “potrebbe avere come risultato bambini più paurosi e un aumento delle psicopatologie”.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.bambinonaturale.it/2016/01/educazione-rischio-bambini-super-protetti-controllo-liberta/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

26 gennaio 2016

Uta (Cagliari) in arrivo giochi per tutti

L'amministrazione comunale di Uta (Cagliari). A sostegno delle disabilità, la Giunta guidata da Giacomo Porcu ha approvato l'acquisto di una giostra e di un'altalena che amplieranno e renderanno l'attuale Parco Giochi comunale un "Parco inclusivo", dove i bambini normodotati e quelli diversamente abili potranno giocare insieme.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.castedduonline.it/area-vasta/hinterland/31667/uta-innovazione-tecnologica-per-disabili-nella-piscina-comunale.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Roma: un parco per Aurora

Un parco per ricordare Aurora, la piccola morta lo scorso dicembre a soli sette mesi per un raro tumore al cervello. Cresce la mobilitazione per aiutare la famiglia Troianelli a raccogliere i fondi per costruire un'area giochi adatta anche ai disabili per ricordare col sorriso la loro bimba scomparsa. Domenica a Villa Verde, nel quartiere Torre Gaia, è arrivato anche l'ex sindaco Ignazio Marino. «Sono venuto a dare una mano a questa famiglia - ha scritto Marino su Facebook - Attualmente c'è solo un grande prato, abbandonato per anni e da alcuni mesi affidato al comitato di quartiere. I bambini ci corrono, ma mancano i giochi, come gli scivoli e le altalene. I genitori di Aurora, giustamente, vorrebbero installare solo giochi che siano accessibili anche a bambini disabili, quindi lo sforzo economico richiesto sarà maggiore».

Per leggere la notizia clicca qui: http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_gennaio_25/parco-aurora-marino-visita-prato-dove-sorgera-area-giochi-99d4464c-c359-11e5-b326-365a9a1e3b10.shtml

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

25 gennaio 2016

Amministrazione e Associazioni impegnate a Porcia per un parco giochi inclusivo

23/01/2016 Porcia, (Pordenone). Si è svolta ieri mattina l’assemblea convocata per fare il punto sull’attività svolta dai gruppi di volontari, ascoltare le loro problematiche ed esigenze e infine programmare le linee guida per il futuro.
La richiesta dell’amministrazione è stata chiara: le associazioni dovranno ragionare sempre più in sinergia le une con e altre. In quest’ottica è da leggersi l’appello che il vicesindaco Giuseppe Moras ha rivolto alle associazioni di collaborare per il raggiungimento di un obiettivo comune: finanziare la realizzazione di un parco giochi inclusivo, adatto anche ai bambini con disabilità. Il progetto, nato su suggerimento del consigliere Elisa Barbuto mira a creare a Porcia uno spazio dotato di giostre che possano essere utilizzate anche dai piccoli con difficoltà fisiche.
«L’amministrazione – ha spiegato Moras – si è assunta formalmente questo impegno approvando una mozione presentata dal consigliere Barbuto. Le finanze del Comune sono strette, l’idea che lanciamo al mondo associativo è di pensare a degli eventi sul territorio che possano consentire di reperire fondi per completare il piano finanziario dell’opera».
In base a una bozza progettuale già in mano al Comune di Porcia, il parco giochi inclusivo costerebbe circa 48 mila euro, ma la cifra potrebbe variare in base alla scelta delle giostre.
Per leggere la notizia clicca qui: http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2016/01/24/news/un-parco-aperto-ai-bambini-disabili-volontari-al-lavoro-1.12836322

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

24 gennaio 2016

Non solo altalena: online gli atti del convegno del Criba ER

Sono disponibili online gli atti di "Non solo altalena: la dimensione inclusiva del parco gioco", il convegno annuale del Criba Emilia-Romagna, che si è svolto lo scorso 10 dicembre a Bologna e che ha affrontato il tema del gioco come momento di interazione con l'ambiente attraverso cui i più piccoli si approcciano al mondo dei grandi, divertendosi ed esplorando lo spazio liberamente.
Diversi gli aspetti inerenti i parchi giochi di cui hanno parlato i relatori, dai bisogni dei cittadini e le relazioni con il verde urbano (l'agronoma Beatrice Marucci) alla progettazione partecipata secondo i principi dell'Universal design (l'architetto Lucia Lancerin e Fabrizio Mezzalana della FISH - Federazione italiana per il superamento dell'handicap), dall'accessibilità e la sicurezza dei giochi (Claudia Protti e Raffaella Bedetti del blog Parchi per tutti e l'istruttore per la mobilità e l'autonomia Marco Fossati), fino a un'analisi di casi esemplari in Italia e all'estero (Mary Franzoni , curatrice del sito Playground around the corner), con la presentazione dei prodotti di tre diverse ditte (Giochisport, Proludic, Tlf).

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.cerpa.org/index.html?pg=28&id=623
Per scaricare le presentazioni qui: https://www.dropbox.com/sh/mdhknlras4hqsc5/AACHiOrwcIIKnY05R3UbEs-7a?dl=0
Il testo del nostro intervento: http://parchipertutti.blogspot.it/2015/12/intervento-claudia-raffaella-al.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

21 gennaio 2016

Parco inclusivo a San Bellino

Un parco giochi all’interno di un parco pubblico del comune: è il primo parco giochi inclusivo del Polesine che è stato realizzato nel comune di San Bellino, (Rovigo), grazie al co-finanziamento della Fondazione Cariparo e che verrà inaugurato domenica 28 febbraio in occasione della manifestazione sportiva non agonistica "Tutti insieme a San Bellino X fermare la Duchenne”. La nuova un' area integrata nel parco favorisce l'accesso delle carrozzine e sono stati posizionati dei giochi che, contemporaneamente, sono idonei e certificati sia per bambini normodotati che con disabilità. Continuano il progetto di adeguamento degli impianti sportivi e per la realizzazione di un ascensore in municipio

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.rovigooggi.it/articolo/2016-01-20/il-parco-dove-anche-i-bimbi-disabili-possono-giocare/#.Vp--IfnhDIV

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

19 gennaio 2016

UNI 11123

La norma UNI 11123:2004 "Guida alla progettazione dei parchi e delle aree da gioco all'aperto" fornisce indicazioni per la progettazione e l'allestimento di parchi e aree da gioco, sia di nuova costruzione sia destinati a modifiche, miglioramenti o ricostruzioni.
Obiettivo principale della norma è proprio quello di definire criteri di progettazione e di costruzione di aree da gioco sicure, di dimensioni adeguate, facilmente accessibili dalle zone abitative. In particolare la norma stabilisce i seguenti criteri:
. accessibilità (i bambini devono poter accedere in modo sicuro alle aree da gioco anche non accompagnati);
. abbattimento delle barriere architettoniche (gli accessi e i vialetti interni non devono presentare ostacoli per portatori di handicap o mamme con carrozzine);
. dimensionamento, posizionamento ed orientamento dell'area gioco (che deve offrire zone soleggiate, zone ombreggiate e zone protette dal vento e dalla pioggia;
. aree o spazi per lo sviluppo dei sensi e della motricità (la norma prevede infatti l'utilizzo di materiali come sabbia, argilla, sassi, ghiaia, legno, piante…);
. aree o spazi di mobilità per adolescenti (ad esempio attrezzature ed aree per pattinaggio, pallacanestro, pallavolo, tennis da tavolo…);
. sicurezza generale del parco giochi (un aspetto che deve essere considerato in ogni fase, dalla progettazione alla realizzazione e manutenzione dell'area).

Tratto da "Bambini più sicuri se il parco giochi è a norma UNI" Una norma per la progettazione delle aree da gioco all'aperto - 28/06/2004
Notizia integrale qui: http://www.pubblicigiardini.it/wp-content/uploads/2015/04/Legislazione_Sicurezza.pdf


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

16 gennaio 2016

Tolentino raccolta fondi per giochi inclusivi

Il Consiglio Comunale di Tolentino, (Macerata), più volte si è soffermato a riflettere sulle problematiche delle persone diversamente abili e ha iniziato un percorso per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica.
In questo ambito, nei mesi scorsi, l’Amministrazione ha iniziato una collaborazione con Paolo Vichi, (Lesi Non Arresi), che segue da vicino l’argomento, per programmare una serie di iniziative che avranno l’obiettivo di acquisire fondi per l’acquisto di giochi per persone diversamente abili da istallare presso il Parco Isola d’Istria.
Questa iniziativa è stata denominata “Un Parco per tutti” e prevede un articolato programma con una cena di beneficenza presso il salone medievale della Basilica di San Nicola il cui ricavato, detratte le spese, sarà devoluto allo scopo e per domenica 14 febbraio è previsto uno spettacolo teatrale il cui ricavato sarà anch’esso destinato all’iniziativa.
Il Sindaco Pezzanesi e la Giunta hanno deliberato di partecipare assumendo la spesa per il protagonista dello spettacolo costituito da un monologo dell’attore David Anzalone e concedendo l’utilizzo gratuito dell’Auditorium S. Giacomo per il giorno 14 febbraio 2016, per lo svolgimento dello spettacolo stesso.
L‘Associazione Pro Loco TCT comparteciperà all’organizzazione dell’evento provvedendo alla gestione delle pratiche ed oneri SIAE.
Come detto, il ricavato della vendita di biglietti per l’ingresso verrà quindi devoluto totalmente all’iniziativa.
Fonte della notizia: http://www.comune.tolentino.mc.it/comunicati-cms/un-parco-per-tutti-nuovi-giochi-anche-per-diversamente-abili-al-parco-isola-distria/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

14 gennaio 2016

A breve l'installazione dei giochi a Palermo

Palermo. L’iter burocratico per dare vita al Parco della salute, il primo spazio attrezzato e all’area aperta inclusivo della città, è stato avviato un anno fa.Il team di cinquanta associazioni ed enti che ha avviato l’ambizioso progetto, recuperando anche i fondi necessari sta attendendo l’ultimo documento per far partire i lavori di riqualificazione. Si tratta dell’autorizzazione finale che, per essere completata dalle stanze della Riqualificazione urbana del Centro storico, è dovuta passare da diversi uffici come l’autorità portuale e la sovrintendenza. L'autorizzazione dovrebbe arrivare a giorni.
Quando arriverà il via libera, associazioni e volontari inizieranno a installare i giochi e tutte le attrezzature che daranno ai diversamente abili della città un nuovo spazio a due passi dal mare.

Per leggere la notizia clicca qui:
http://citta-in-rete-palermo.blogautore.repubblica.it/2016/01/13/parco-della-salute-avanti-nonostante-la-burocrazia/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Gallarate: raccolta firme per proposta progetto di bilancio partecipato

Gallarate, (Varese). Stanziati 300mila euro per il 2016 suddivisi in quattro settori:
- Lavori pubblici, mobilità e viabilità, arredo e decoro urbano, Patto dei Sindaci e riduzione dell’inquinamento.  Disponibilità € 90.000
- Spazi e aree verdi.  Disponibilità € 60.000
- Attività culturali e sportive, politiche per lo sviluppo socio economico, accesso al lavoro, l’informatizzazione di servizi e procedure. Disponibilità € 60.000
- Politiche sociali ed educative, pari opportunità, cittadinanza attiva. Disponibilità € 90.000

È quindi stata avviata la raccolta delle proposte che successivamente saranno sottoposte al voto.
L'Officina 025, in collaborazione con il Motoclub Cascinetta, ha in proposito la realizzazione di un grande parco inclusivo per far giocare i più piccoli, compresi i diversamente abili, inserendoci perciò nel settore Politiche sociali ed educative.

Cosa puoi fare?
Se l'idea Vi piace fin da subito e volete sostenerla potete fare una cosa molto semplice: far firmare a più residenti possibili il documento a questo link https://drive.google.com/file/d/0B_WA2jCvTqapNm03R3F1TmFUYms/view?pref=2&pli=1

È necessario raccogliere entro il 12 febbraio 2016 almeno 30 firme di cittadini e cittadine residenti a Gallarate che compiano almeno 16 anni nel 2016.
Ma è caldamente suggerito di raccoglierne molte di più perché faranno da punteggio più alto. Una volta raccolte, fatele pervenire per tempo presso la Ns Sede.
#Gallaratesceglie #UnParcoPerTutti

Per leggere la notizia clicca qui: http://officina025.blogspot.it/2016/01/gallaratesceglie-unparcopertutti.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

13 gennaio 2016

Albano Laziale nuovi giochi inclusivi

Albano Laziale. Un incontro tra cittadini e amministrazione per fare il punto sullo sviluppo di Pavona, frazione del Comune di Albano. A darne notizia il Comitato di quartiere “Pavona Uno” che qualche giorno fa ha avuto un faccia a faccia con “l'assessore all'urbanistica  Iadecola, accompagnato dal consigliere comunale Gambucci”.
Nella riunione la libera associazione di cittadini ha formalmente presentato le 10 proposte di miglioramento per Villa Contarini. “L'assessore ci ha informato che esistono già progetti per una pista di jogging, per la pavimentazione anti trauma e per nuovi giochi inclusivi, utilizzabili anche da bambini diversamente abili”.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.ilmamilio.it/m/it/attualita/primo-piano/32319-pavona-concorda-il-suo-sviluppo-con-l-amministrazione-comunale.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Torresina inizio lavori al parco

Torresina, (Roma). Lunedì 11 gennaio 2016 sono iniziati i lavori del Parco Giochi Inclusivo all’altezza del civico numero 10 di viale Indro Montanelli, a Torresina.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.torresina.net/2016/01/12/15898/parco-giochi-inclusivo-bambini-disabili

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

12 gennaio 2016

il bambino naturale - parco gioco inclusivo

La vita di un bambino dovrebbe essere semplice, piena di giochi e risate. Tutti i bambini devono giocare; i bambini con disabilità, purtroppo, non sempre possono farlo come gli altri, poiché spesso i giochi non sono accessibili a tutti.
Il gioco è molto più che un piacere momentaneo: è uno strumento educativo e di confronto impareggiabile, che trasmette al bambino conoscenze ed emozioni; è un diritto riconosciuto espressamente dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia
Tuttavia, se facciamo una passeggiata nei nostri parchi giochi, possiamo facilmente accorgerci di come la maggior parte delle attrezzature non siano accessibili ai bambini disabili, che ne restano inevitabilmente esclusi.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.bambinonaturale.it/2016/01/parco-gioco-inclusivo-accessibile-a-tutti-i-bambini/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

11 gennaio 2016

GIOCO GIARDINO PAESAGGIO

Alcuni brani tratti da un file che riassume il Convegno Nazionale organizzato dall’AIAPP Lombardia
“GIOCO GIARDINO PAESAGGIO” - Villa Litta – Lainate - 7 marzo 2013

LEGISLAZIONE E NORME DI SICUREZZA
Alberto Vanzo – Agronomo
Città di Torino – Servizio Verde Gestione
Associazione Italiana Direttori e Tecnici Pubblici Giardini

IL GIOCO, SCUOLA DI VITA
Giocare è una delle più belle attività della vita, spensierate sì ma a volte anche impegnative, per vincere la ritrosia di una molla che non si vuole ricaricare, per riuscire a fare centro con le freccette lanciate sul bersaglio, per trovare la via di uscita dal labirinto di ligustro…
Il gioco “serio” ha sempre intrinsecamente uno o più elementi di difficoltà, spesso di rischio, perché giocare vuol anche dire crescere, imparare a camminare nella vita con le proprie gambe. Certamente il gioco deve esser sicuro, ma non per questo privo di ostacoli superabili. Non dimentichiamo che se il rischio è noto, lo evito o per lo meno lo affronto consapevolmente. Il piacere dell’avventura e il rischio sono dunque parte integrante del valore ludico di un attrezzatura e di un’area gioco nel suo complesso e questo rischio è accettato se prevedibile da parte del bambino. Sono da evitare rischi nascosti o comunque non prevedibili da parte dell’utilizzatore.

COSA DICE LA NORMATIVA SULLA SICUREZZA
La sicurezza delle attrezzature ludiche è regolamentata da due fondamentali norme UNI EN che costituiscono la base per i costruttori e per gli installatori, che sono tenuti ad osservarle integralmente, pena la non collaudabilità e successiva fruibilità delle aree gioco all’aperto.
Va da sé che l’osservanza di tali norme cautela non solo il costruttore e l’installatore, ma anche il
committente, pubblico o privato che sia, che realizza un’area gioco.

Norma UNI EN 1176
Questa prima norma, definita “Attrezzature per aree da gioco: requisiti di sicurezza e metodi di prova” risale al 1997. Da allora è notevolmente aumentata la sensibilità di tutti i Paesi membri della Comunità Europea verso questi aspetti. La norma UNI EN 1176 è strutturata in 7 parti, in ognuna delle quali si trovano le informazioni che il produttore deve obbligatoriamente fornire e che riguardano principalmente dati generali, installazione, utilizzo, ispezione, manutenzione, la “marcatura” per varie tipologie di attrezzature ludiche. Esaminiamo la norma nel dettaglio:

- UNI EN 1176 – 1: tratta i requisiti di sicurezza che devono avere i materiali utilizzati per la fabbricazione delle attrezzature per aree da gioco, definendo le caratteristiche del legno, dei metalli e dei prodotti associati, nonché dei materiali sintetici, vietando l’impiego di sostanze definite pericolose. Per quanto riguarda i requisiti di progettazione, richiede che le attrezzature ludiche siano accessibili agli adulti, al fine di assistere i bambini che si trovano a giocare all’interno delle attrezzature, in caso di necessità. La norma inoltre propone una valutazione dell’integrità strutturale delle attrezzature, al fine di verificare che resistano a carichi permanenti e variabili, dovuti alle varie sollecitazioni (dei bambini e dell’ambiente) quando queste sono in uso. In particolare vengono ampiamente considerati i pericoli di intrappolamento, proponendo soluzioni tecniche e protezioni per evitare danni da intrappolamento di: testa e collo, abiti, tutto il corpo, braccio e mano, piede e/o gamba, dita, capelli. Inoltre entra nel merito delle superfici di impatto che vengono comunemente collocate in prossimità delle attrezzature ludiche, al fine di attutire eventuali cadute dei bambini, stabilendo i seguenti parametri: nell’ipotesi che l’altezza di caduta libera sia comprenda fra 0,60 e 1,5 metri l’area di impatto deve avere una dimensione di almeno 1,5 metri quadrati; se invece l’altezza di caduta libera è maggiore di 1,5 metri, l’area di impatto deve essere di dimensioni pari ad almeno 2,3 volte l’altezza di caduta libera, sommata di un valore costante pari a 0,5. La norma contiene ancora le informazioni essenziali a cura del fabbricante, che devono accompagnare l’attrezzatura ed indicare le caratteristiche del prodotto, le modalità per la corretta installazione, oltre alle informazioni relative alle future ispezioni e manutenzioni.
- UNI EN 1176 – 2: riguarda le altalene
- UNI EN 1176 – 3: si riferisce agli scivoli
- UNI EN – 1176 – 4: tratta delle teleferiche
- UNI EN 1176 – 5: tratta delle giostre, di diametro maggiore di 0,5 metri, installate in modo permanente, (spazio minimo necessario e il sottofondo da utilizzare, numero di posti degli utilizzatori, impone una velocità massima di rotazione della giostra, non superiore a 5 m/sec.)
- UNI EN 1176 – 6: riguarda le attrezzature oscillanti, tipo i dondoli a bilico
- UNI EN 1176 – 7: contiene un insieme di utili indicazioni riguardanti la corretta installazione, ispezione e manutenzione di tutte le attrezzature per aree da gioco.

Norma UNI EN 1177
L’aspetto della sicurezza “intrinseca” del gioco si completa opportunamente con le collegate norme raccolte nella UNI EN 1177, anch’essa del 1997: “Rivestimenti di superfici di aree da gioco ad assorbimento di impatto”. Queste Norme individuano le caratteristiche corrette dello spazio sottostante e circostante le attrezzature per prevenire incidenti gravi (ricorrendo, ad esempio, alla posa di pavimentazione in gomma antishock certificata).
 Per ottemperare alla normativa, la pavimentazione presente sull’aera di caduta dei giochi deve avere un coefficiente HIC (Head Injuri Criterion) adeguato. Lo scopo è quello di impedire, nel caso di cadute di testa, traumi permanenti al cervello. Le pavimentazioni antishock sono dunque altrettanto importanti quanto le attrezzature ludiche.

Norma UNI EN 11123
Non va tralasciato l’aspetto progettuale per la realizzazione di nuove aree gioco, come indicato nella norma UNI EN 11123 del 2004 – “Guida alla progettazione dei parchi e delle aree da gioco all’aperto”.
Questa norma detta le linee guida per la corretta realizzazione di spazi pubblici nei quali vengono inserite attrezzature ludiche, ma si estende anche al territorio naturale, quando si utilizza a fini ludici; vengono specificate dimensioni, caratteristiche, accessibilità adeguate all’area per la sua fruizione in sicurezza. Vengono indicate una serie di caratteristiche per la progettazione, che è opportuno approfondire singolarmente.
- Segnaletica: sull’entrata (o sulle entrate) dell’area giochi, è opportuno che venga istallato un cartello contenente le informazioni di base
- Raggiungibilità delle aree gioco: tutte le aree gioco dovrebbero essere collocate in un sistema di percorsi pedonali, percorsi ciclabili e aree verdi, per evitare rischio di incidenti da traffico veicolare.
- Accessibilità delle aree gioco: La situazione ideale è quella in cui i bambini possono accedere in modo sicuro all’area gioco, anche se non accompagnati. E’ opportuno che gli ingressi alle aree gioco siano collocati lontano da strade ad intenso traffico veicolare, avere una zona di sicurezza antistante in modo tale da richiamare l’attenzione dei bambini al momento dell’uscita.
- Abbattimento di barriere architettoniche: gli accessi all’area gioco e i vialetti interni devono essere progettati e costruiti senza presentare ostacoli per portatori di handicap o mamme con carrozzine e le pendenze delle rampe devono rispettare quanto previsto dalla Legge n ° 104 1992 e s.m.i..
- Dimensionamento delle aree
- Formazione di spazi definiti
- Aree o spazi per lo sviluppo dei sensi e della motricità: oltre alle attrezzature ludiche canoniche, i bambini dovrebbero poter disporre di materiali naturali quali sabbia, acqua, sassi, corteccia, legno, ghiaia, vegetazione…
- Aree o spazi di mobilità per adolescenti
- Aree o spazi di ritiro: è opportuno prevedere zone tranquille destinate a singoli o gruppi di bambini, per un gioco calmo ed indisturbato.
- Incentivi per i contatti sociali; sono anche utili aree d’incontro con adatte strutture (per esempio piccole agorà con sedute ad anfiteatro).
- Acqua potabile: ogni area gioco, dovrebbe disporre nelle sue vicinanze di una fontanella che eroga acqua potabile
- Servizi igienici: sono di fondamentale importanza, purché vengano sorvegliati e costantemente puliti e disinfettati
- Sicurezza complessiva: particolare attenzione va posta sul fatto che tutti gli elementi/strutture presenti nell’area potrebbero essere utilizzati quali elementi di gioco (per esempio cordoli, recinzioni, panchine, tettoie, sedute, vegetazione, ecc)
- Delimitazioni e recinzioni: l’area adibita al gioco dovrebbe essere delimitata verso strade, parcheggi auto, ferrovie, corsi d’acqua, scarpate scoscese o simili pericoli
- Arredo verde e vegetazione spontanea: la vegetazione assolve a numerose funzioni, sia all’interno che in prossimità o come delimitazione dell’area gioco.

http://www.pubblicigiardini.it/wp-content/uploads/2015/04/Legislazione_Sicurezza.pdf


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Busto Arsizio parco inclusivo

Busto Arsizio, (Varese). Al Museo del Tessile il parco giochi raddoppia. E sarà accessibile anche per i bambini diversamente abili. «Sarà pronto per la primavera» annuncia l’assessore ai lavori pubblici Paola Reguzzoni, che svela le novità previste nell’ambito del secondo lotto dei lavori di sistemazione del complesso del Museo del Tessile


L’obiettivo è il restyling completo del complesso dell’ex Cotonificio Bustese e del suo parco, tra i più frequentati a Busto. La novità più rilevante riguarda la realizzazione del primo “parco inclusivo” della città. Infatti l’area giochi del parco, sul lato che si affaccia su via Volta, verrà totalmente rinnovata. «È previsto un raddoppio degli spazi dedicati ai giochi per i bambini ma soprattutto verranno installati dei giochi che saranno anche a misura di disabili, quindi che potranno essere utilizzati da tutti i bambini senza distinzioni. Contiamo di realizzare questa parte di lavori tra febbraio e marzo, in modo tale da poter rendere fruibile l’area giochi già in primavera, all’arrivo della bella stagione». Un investimento importante ma che risponde ad una precisa linea di indirizzo della giunta, da allargare presto anche ad altri parchi giochi in città.

Per leggere la notizia completa clicca qui:
http://www.laprovinciadivarese.it/stories/Cronaca/museo-del-tessile-il-parco-raddoppia-e-sara-davvero-un-divertimento-per-tutti_1160402_11/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

10 gennaio 2016

Comune di Parma: linee guida per la progettazione delle aree verdi pubbliche

Alcuni brani tratti da LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE del Comune di Parma che potete scaricare a questo link:
http://edilizia.comune.parma.it/fileUpload/Cms/files/sw4ARedQPk_319.pdf


Sino a poco tempo fa lo spazio verde pubblico è stato considerato principalmente, dai progettisti e dalla pubblica Amministrazione, a Parma come altrove, un  contenitore di attrezzature per agevolare la fruizione pubblica: ha prevalso quindi il concetto di quantità. Ora l’approccio è cambiato: il progettista e la pubblica Amministrazione si pongono l’obiettivo di visualizzare il parco-giardino urbano come uno  spazio culturale, ove la narrazione degli ambiti tematici e funzionali fa parte di un progetto complessivo riconoscibile, e fondato sulla qualità dello spazio e delle scelte progettuali. Dal concetto di quantità si passa dunque a una visione di qualità, nel tempo.
Questa rinnovata visione del parco rende necessaria una valutazione complessiva delle sue finalità, dei suoi contenuti e delle risposte che esso può dare ai cittadini.
La valutazione si basa sull’esame di una serie di fattori da analizzare in sede di stesura del progetto complessivo:
• temi spaziali
• temi di progetto
• temi funzionali
• qualità dei materiali e del progetto
• obiettivi di manutenzione
Nessuno  di  questi fattori può essere  ignorato in quanto dalla  loro coerenza e  coesistenza dipendono, nel tempo, l’equilibrio complessivo del progetto e le sue reali potenzialità di risposta alle esigenze.

•  Il suolo può essere inteso non solo come semplice superficie orizzontale. Le variazioni topografiche di livello, con la creazione di collinette o conche nel terreno, con l’utilizzo di percorsi su pendio o su gradinate senza mai dimenticare la parallela proposta di superfici adatte a cittadini con disabilità, fornisce al parco una dimensione e una percezione diversa e ne consente l’utilizzo per finalità differenziate, pur senza trascurare tutti i fattori di sicurezza e di controllo.
• L’acqua ferma o in movimento induce alla percezione di variazioni cromatiche e variazioni sonore. All’aspetto progettuale con funzione estetica ed emozionale si associa la funzione di utilità nel quadro del microclima, che contribuisce a mitigare, rinfrescare e umidificare ampliando la possibilità di vegetazione, e la funzione  di  utilità  e  fruizione  ai  cittadini
• L’ombra è inserita in queste linee guida in funzione delle variazioni di luce e in considerazione della necessità di valutare attentamente le finalità e le modalità di utilizzo del parco per consentire ai cittadini di trovare oasi di benessere in una città come Parma dove l’insolazione estiva è forte e impedisce di fatto l’uso di un parco se non si prevedono adeguate aree di sosta e di transito ben ombreggiate. L’ombra  potrà  essere  generata  tanto  da  alberature come  da strutture, anche di tipo provvisorio, da rimuovere dopo qualche anno quando le alberature avranno raggiunto un’altezza e una chioma tale da garantire ombra sufficiente per le esigenze di fruizione.

•  Il gioco è un momento di aggregazione non solo per i bambini piccoli, ma anche per fasce di età diverse. Si ritiene importante focalizzare la presenza di strutture attraenti per bambini più grandi, per preadolescenti e adolescenti, in modo da stimolare il movimento e l’aggregazione, e per anziani, ai quali l’Assessorato ha scelto di dedicare una specifica area con attrezzature gioco/sport. Le aree destinate al gioco bimbi dovranno essere realizzate secondo quanto previsto dalla norma UNI 1123-2004 “Guida alla progettazione dei parchi e delle aree da gioco all’aperto”.

Si ritiene fondamentale porre in primo piano l’idea dei GIOCHI PER TUTTI e dei GIARDINI SENZA BARRIERE, con giochi e strutture ludico-sportive anche per i ragazzi portatori di handicap fisici e mentali e per gli adulti, con particolare riferimento alle strutture ludico-sportive per adulti e anziani.

• La sosta è una funzione fondamentale del parco urbano. Potrà trattarsi di un’area per la lettura e il riposo individuale o socializzante, per il relax, l’aggregazione e conversazione, è importante individuare aree ombreggiate e tranquille, lontane per quanto possibile dalle strade ad alto volume di traffico.
• I percorsi pedonali nel verde saranno costruiti in modo da essere agevolmente percorribili anche da persone diversamente abili. Dovranno avere una larghezza minima di 2 metri ed essere opportunamente illuminati.

Lo spazio pubblico va inteso come luogo di qualità urbana che promuove la socialità, l’interazione, il gioco tra i bambini e migliora la qualità di vita delle persone.
• Si deve sempre e comunque pensare a uno spazio sicuro, di facile controllo visivo, aperto, ben illuminato e interconnesso ai margini con la viabilità e il paesaggio urbano.
• Tramite la qualità, la progettazione e la riqualificazione dello spazio pubblico deve mirare al raggiungimento di  una  cultura  che  promuova  principi di integrazione e aiuti nella formazione di senso civico. Lo spazio pubblico acquista un ruolo didattico, e può aiutare a condividere e a rispettare gli spazi della città.


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Scandiano: riqualificazione parchi giochi

Cambieranno volto diversi parchi di Scandiano nel corso del 2016 grazie a un importante investimento che interesserà i giochi per bambini e l'arredo urbano. Oltre 50mila euro sono stati impegnati per intervenire su giochi, arredi e messa in sicurezza delle aree dedicate ai bambini.

Per leggere la notizia clicca qui: http://reggionelweb.it/2016/01/cambiano-i-volti-dei-parchi-di-scandiano/

Chissà se è prevista anche la riqualificazione di un parco al fine di renderlo inclusivo...

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

9 gennaio 2016

Un parco per Aurora

Oggi vi presentiamo la nascita di un nuovo progetto/raccolta fondi lanciato da due genitori di Roma. Aurora è una bimba nata  il 29 aprile del 2015 e purtroppo ha lasciato i genitori Guido e Valentina il 1 dicembre. La sua mamma e il suo papà hanno deciso di ricordare la loro bambina dando vita a due progetti:

- la creazione di una fondazione che studi solamente i tumori del sistema nervoso centrale e a raccogliere fondi per l'Ospedale pediatrico Bambin Gesù al fine di aiutare la ricerca di questa particolare patologia pediatrica. 
- acquistare delle attrezzature gioco inclusive da installare in un parco giochi del quartiere Villa Verde da donare ai bambini che, se la vita avesse preso una piega diversa, sarebbero stati compagni di giochi di Aurora.



Potete leggere la storia di Aurora, visionare il luogo dove sorgerà il parco ed eventualmente fare una piccola donazione collegandovi al sito Un parco per Aurora - http://peraurora.com/
Se volete rimanere in contatto con i genitori di Aurora cliccate "Mi Piace" sulla loro pagina facebook: https://www.facebook.com/peraurora/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

8 gennaio 2016

Bilancio partecipativo a Rescaldina

Una pioggia di proposte si è riversata sul Comune di Rescaldina, (Milano). Sono state 109 le idee avanzate dai cittadini per il bilancio partecipativo. Attraverso questa iniziativa i cittadini possono decidere come spendere un totale di 50mila euro in 4 ambiti: arredo urbano, edilizia scolastica, impianti sportivi e culturali, iniziative sportive e culturali.
Le 109 proposte sono ora al vaglio dei tecnici che ne valuteranno la fattibilità. A febbraio, verranno aperte le votazioni sul sito del Comune e sul sito dedicato al bilancio partecipativo. Tra i progetti anche un parco inclusivo con giochi usufruibili anche da bambini disabili.
Per leggere la notizia clicca qui:
http://www.legnanonews.com/news/15/54782/bilancio_partecipativo_rescaldina_batte_legnano#

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Progetti di parchi giochi inclusivi in Italia in fase di realizzazione

Qui sotto potete trovare alcuni dei progetti portati avanti da Amministrazioni Comunali, Associazioni e privati cittadini nelle varie città italiane. In alcuni casi si tratta di progetti già approvati, in altri di semplici raccolte fondi per l'acquisto di un gioco accessibile e fruibile da parte di tutti da aggiungere in un parco già esistente. Se siete a conoscenza di altre raccolte fondi per l'installazione di giochi accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini in qualche città italiana segnalatecelo. Grazie


ABRUZZO
Avezzano (L'Aquila) - raccolta fondi per la realizzazione di un parco giochi che sia fruibile anche per i bambini diversamente abili. Riferimento: Associazione Niki Aprile Gatti e il Borgo Pineta Pepper Festival.
Sulmona (L'Aquila) - presto al parco fluviale Augusto Daolio un'altalena per disabili. Riferimento: Comune di Sulmona.

BASILICATA

CALABRIA
Cirò Marina (Crotone) - Progetto area gioco inclusiva da realizzare presso parco giochi comunale Punta Alice. Riferimento: Associazione Il Volo della Speranza. Pagina facebook: https://www.facebook.com/Il-Volo-Della-Speranza-1470159693289098/timeline
Luzzi (Cosenza) - Luzzi, (Cosenza). Progetto per un parco giochi inclusivo, questa è la mission dell’Associazione Onlus Giancarlo D’Andrea
Paola (Cosenza) - In arrivo altalena per carrozzine, (20 luglio),  presso parco Hakuna Matata.
Taurianova (Reggio Calabria). Progetto TUTTINGIOCO per installazione alcuni giochi accessibili. Riferimento: associazione “Liberi nella sclerosi multipla”, Consulta delle Associazioni di Taurianova e tante altre realtà associative della città.

CAMPANIA
Ariano Irpino (Avellino) - Progetto installazione altalena per carrozzine
Cava de’ Tirreni (Salerno) - Accanto alla scuola materna di Santa Lucia è prevista la realizzazione di un parco con giochi accessibili anche a bambini disabili. Consegna prevista per fine anno 2016. Rifermento: Comune Cava de' Tirreni
Pontecagnano Faiano (Salerno) - Via libera dall’Amministrazione Comunale ai lavori di sistemazione e riqualificazione del parco giochi “Peter Pan” di via Sanzio. Prevista la sostituzione e sistemazione della pavimentazione antitrauma, l'installazione di nuovi giochi inoltre l’area, che non presenta barriere architettoniche, verrà ampliata con un’altalena e attrezzature per i disabili. Riferimento: Comune di Pontecagnano Faiano

EMILIA ROMAGNA
Carpi (Modena) - Nell’estate 2017, promette l’assessore Simone Tosi, il parco Pertini avrà il suo parco inclusivo. Installeremo giochi che potranno essere utilizzati contemporaneamente sia da bambini normodotati che disabili.
Cento (Ferrara) - Progetto di raccolta fondi per la realizzazione di un parco giochi inclusivo . Riferimento: Associazione Mattia e i suoi amici. Sito: http://mattiaeisuoiamici.altervista.org/parchi-giochi-inclusivi.html
Cento (Ferrara) - Il Giardino degli Alpini, sarà il primo parco accessibile e con giochi adatti ai bambini diversamente abili. Approvato all’unanimità l'odg presentato dal consigliere Diego Contri. Riferimento: Comune di Cento
Formigine (Modena) - Raccolta fondi per acquisto altalena per carrozzine a cura di Biblioteca del Gufo
Reggio Emilia - Giochi a misura di bimbi disabili in due parchi “inclusivi” di Reggio Emilia. Si tratta in particolare dei parchi del Noce nero e del Crostolo dove verranno realizzate aree attrezzate in cui i bambini con disabilita’ fisiche o sensoriali, o con problemi di movimento possano giocare in sicurezza, insieme a tutti gli altri. Verranno inoltre abbattute le barriere architettoniche e posizionate rampe di accesso, percorsi per bambini ipovedenti, percorsi tattili scivoli a doppia vista, tutto studiato per non escludere nessuno dei piu’ piccoli dal divertimento. Riferimento: Comune di Reggio Emilia
Riccione - La Giunta Comunale di Riccione ha approvato il progetto esecutivo che prevede la realizzazione di un parco giochi inclusivo. Il progetto messo a punto dagli Uffici Ambiente e Lavori Pubblici e affidato a Geat per l’esecuzione dei lavori, prevede la realizzazione al parco della Resistenza di un’area giochi dove tutti i bambini possano giocare liberamente compresi gli ipovedenti e con disabilità motoria. Riferimento: Comune di Riccione
Rimini - Raccolta fondi per installazione altalena da parte dell'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus
Scandiano - Lavori in corso presso  in fase di costruzione ed è di fronte alla biblioteca comunale che prevedono anche inserimento di giochi inclusivi. Riferimento: Comune di Scandiano
Vignola (Modena) - Raccolta fondi per acquisto gioco adatto a tutti i bambini. Comitato Parco dei Gemellaggi. Sito: http://www.ideaginger.it/progetti/un-parco-per-tutti.html

FRIULI VENEZIA GIULIA
Carlino (Udine) - L’amministrazione comunale ha deciso di intervenire su alcune aree verdi e parchi giochi presenti sul territorio che non consentivano una fruizione sicura per tutta la popolazione. Reperite le necessarie risorse finanziarie, (35mila euro), stanno ora per partire i lavori di riqualificazione.
Porcia (Pordenone) - Approvazione mozione per realizzazione parco giochi inclusivo e coinvolgimento associazioni. Riferimento: Comune di Porcia
Trieste - Dichiarazione in conferenza stampa a cui hanno partecipato gli assessori comunali alle Politiche Sociali, alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico: Stiamo inoltre lavorando anche all'elaborazione di 'giochi inclusivi' da realizzare all'interno dei parchi cittadini

LAZIO
Frascati (Roma) - Grazie ad un finanziamento regionale di 70mila si provvederà a riprogettare l'area giochi del Parco dell'Ombrellino con l'inserimento anche di giochi inclusivi che possano consentire a bimbi con disabilità e a normodotati di giocare insieme. Riferimento: Comune di Frascati.
Monterotondo (Roma) - Raccolta fondi per acquisto di un gioco inclusivo. Riferimento: Gruppo consiliare M5S Monterotondo e Comitato "Tutti in gioco".
Nettuno (Roma) una seconda altalena verrà istallata circa per fine luglio
Roma - Raccolta fondi per installazione strutture gioco inclusive presso parco di Villa Verde in Via Gagliano del Capo, 108 da dedicare ad Aurora. Riferimento: Un parco per Aurora. Sito: http://peraurora.com/qui-sorgera-il-parco/
Roma - Raccolta fondi per installazione altalena da parte dell'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus

LIGURIA
Albissola Marina (Savona) - Riqualificazione del Parco Faraggiana con inserimento giochi adatti anche a bambini con disabilità. Riferimento: Comune di Albissola Marina
Casarza Ligure - Martedì 29/11/16 alle 16.30 presso Piazza della Contrada a Casarza Ligure verrà inaugurata una nuova altalena per disabili e bambini 0-3 anni.
Imperia - Raccolta fondi per installazione altalena per carrozzine. Riferimento: Michela Aloigi.
Ventimiglia (Imperia) - Progetto parco giochi Corsaro Nero, (accessibile a bambini e anziani). donato da Fondazione Livio Casartelli  -Ippolita Perraro

LOMBARDIA
Bareggio (Milano) - Inserimento giochi accessibili in alcuni parchi della città Presso parco 8 Marzo struttura gioco con rampa. Installazione luglio 2016
Besozzo (Varese) - Progetto parco giochi comunale “Liberi tutti” (nell’area di via Pergolesi) che avrà al proprio interno una serie di giochi accessibili ai disabili. Riferimento: Comune di Besozzo
Busto Arsizio (Varese) - Presto un parco con giochi accessibili anche a bambini con disabilità al Museo del Tessile. I lavori saranno ultimati entro primavera 2016. Riferimento: Comune di Busto Arsizio
Chiavenna (Sondrio) - Riqualificazione di Pratogiano. Saranno posizionati una bicicletta inclusiva per gli arti superiori, dune relax, un seggiolino rotante, uno scavatore per sabbia con seduta, un’altalena inclusiva, piattaforme su molle oscillanti, una torretta gioco composta con ombreggiante, una giostra rotante, un gioco sensoriale a tre dimensioni e un’“onda sensoriale”. Riferimento: Comune di Chiavenna.
Comun Nuovo (Bergamo) - Raccolta fondi per parco inclusivo da parte di McDonald’s di Oriocenter e giocatori Atalanta
Costa Masnaga (Lecco) - progetto Associazione Mattia Riva Onlus. Sito: http://www.mattiarivaonlus.it/
Cremona - Un parco giochi per tutti e soprattutto per i bambini con disabilità sarà realizzato nell'ampio spazio verde di Porta Mosa grazie al contributo dell'associazione Kiwanis Club Cremona Monteverdi onlus. Riferimento: Kiwanis Club Cremona Monteverdi
Darfo Boario Terme (Brescia) - Donazione altalena per carrozzine al Comune da parte dell'Associazione Dammi il Cinque.
Desio (Monza e Brianza) - Co-progettazione parchi tra Comune e mamme al fine di renderli più inclusivi
Gallarate (Varese) - Realizzazione parco giochi presso piazza Risorgimento. Riferimento: Comune Gallarate.
Ghedi (Brescia) - Proposta di parco inclusivo da parte dell'associazione  Passo dopo passo
Giubiano (Varese) - Progetto riqualificazione Parco agricolo della Guaralda con inserimento giochi inclusivi. Riferimento: Comune Varese
Giussano (Milano) - approvato progetto definitivo-esecutivo “Realizzazione giochi inclusivi - Parco di Via Santa Margherita e Parco di Via Longoni”, nel complessivo importo di quadro economico pari ad € 34.560. Riferimento: Comune di Giussano
Melzo (Milano) - Iniziati lavori per posizionamento di nuove altalene accessibili per bambini diversamente abili presso il Parco Milite Ignoto e Cristina di Belgioioso
Monticello Brianza (Lecco). Restyling del parco giochi di Villa Bocconi, con inserimento giochi accessibili a tutti. Riferimento: Comune
Morbegno (Sondrio) - Riqualificazione parco giochi di via Cortivaccicon installazione nuovi giochi adatti anche ai bambini portatori di handicap. Riferimento: Comune di Morbegno.
Varese - Approvato all’unanimità dalla commissione congiunta Urbanistica e Tutela ambientale il progetto di creazione di un nuovo, grande parco pubblico in via della Guaralda, tra Giubiano, Biumo e Belforte. La spesa a preventivo: circa 180mila euro. Il nuovo parco avrà anche giochi per bambini e giochi per disabili. Riferimento: Comune di Varese

MARCHE

MOLISE

PIEMONTE
Fossano (Cuneo) - Il ricavato della Strafossan 2016 sarà utilizzato per acquistare un’altalena che potrà essere utilizzata anche da bambini disabili.
Giaveno (Torino) - 02/02/16 si è riunita la Commissione che si occuperà di realizzare un parco giochi accessibile anche ai bambini diversamente abili. Riferimento: Comune di Gioveno
Nole (Torino) - Stanziati 40mila euro per l’acquisto e l’installazione di giochi presso i parchi di via I° Maggio, l’area delle ex-scuole comunali in Frazione Grange e la nuova area verde di via Monea. L’area verde di Via Monea, insieme al parco di via I°Maggio sarà fornita dell’installazione di un gioco per bambini “inclusivo”. Riferimento: Comune di Nole.
Torino - Raccolta fondi per installazione altalena da parte dell'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus
Valenza (Alessandria) - Lavori di riqualificazione delle aree gioco dei giardini di viale Oliva. L'intervento dovrebbe terminare nella prima settimana di agosto. Verranno installati giochi utilizzabili anche dai bambini con disabilità. Riferimento: Comune di Valenza

PUGLIA
Barletta (Andria e Trani) - Presso piazza Federico di Svevia sostituzione giochi con inserimento di attrezzature adatte anche a diversamente abili.
Bari - Progetto del parco di via Troisi: previsti giochi anche per bambini con disabilità. Pirp (piano di riqualificazione) di Japigia. I lavori cominceranno nell'estate 2016. Riferimento: Comune di Bari
Bari - Parco Perotti e piazza Gramsci a Madonnella. I nuovi giochi prenderanno via via il posto di quelli rotti o danneggiati in tutta la città.
Bari - Raccolta fondi per installazione altalena da parte dell'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus
Casalini di Cisternino (Brindisi) - Progetto area gioco inclusiva presso Piazza Aia Vecchia. Riferimento: L’Halveare, (progetto finanziato dal Bando Puglia Capitale Sociale dell' Assessorato al Welfare della Regione Puglia). Pagina facebook: https://www.facebook.com/LHalveare-Puglia-Capitale-Sociale-440195839442412/timeline
Fasano (Brindisi) - Progetto area gioco inclusiva presso parco delle Rimembranze e via Collodi . Riferimento: L’Halveare, (progetto finanziato dal Bando Puglia Capitale Sociale dell' Assessorato al Welfare della Regione Puglia). Pagina facebook: https://www.facebook.com/LHalveare-Puglia-Capitale-Sociale-440195839442412/
Molfetta (Bari) - Presso Villa Comunale realizzazione area giochi con strutture accessibili anche a bambini con disabilità. Presto l'inaugurazione. Riferimento: Comune di Molfetta. 27/06/16
Taranto - Progetto: "Gioco anch'io" (installazione di una altalena per disabili in carrozzina in ogni centro urbano della provincia jonica) in realizzazione, a cura dell'Associziazione Mister Sorriso Onlus. Sito: www.mistersorriso.it

SARDEGNA
Cagliari - Raccolta fondi per installazione altalena da parte dell'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus
Cagliari - Il Comune promette di installare giochi speciali per bambini con disabilità da installare accanto ai giochi classici già presenti.
Dolianova (Cagliari) - Il Comune promuove l' iniziativa "Dona il 5X1000 al Comune di Dolianova". L'amministrazione ha un progetto ambizioso: la realizzazione di un parco giochi inclusivo adatto ai bambini normodotati e con disabilità. Investi sul tuo territorio, un domani sarà il futuro di tutti.

SICILIA
Belpasso (Catania) - L’Amministrazione ha disposto che l'acquisto di una bambinopoli con altalena per disabili del costo di € 3.500. Verrà installata nella piazza 1° Maggio (nel quartiere di S. Antonio, uscita del paese verso Camporotondo). La piazza è accessibile ai disabili mentre le vie circostanti si prestano agevolmente al parcheggio dei mezzi. 29/11/16
Capaci (Palermo) - Sarà un terreno confiscato alla mafia ad ospitare il primo parco giochi inclusivo in Sicilia
Cefalù (Palermo) - Raccolta fondi per realizzazione di un piccolo parco inclusivo
Favara (Agrigento) - Progetto realizzazione parco giochi inclusivo. Riferimento: associazione ad Maiora Onlus. Sito: http://admaioraonlus.altervista.org/

TOSCANA
Borgo San Lorenzo (Firenze) - Progetto parco "Oasi del Sorriso" uno spazio gioco all'interno del Parco della Misericordia. Riferimento: OASIINCLUSIVA. Blog: https://oasinclusiva.wordpress.com/
Campi Bisenzio (Firenze) - Raccolta fondi per installazione gioco inclusivo. Riferimento: CUI - I Ragazzi del Sole Onlus
Lucca - Progetto ampliamento area giochi all'interno del parco di Sant'Anna. L'intervento riguarda l'inserimento di una serie di giochi che costituiranno un'area inclusiva e accessibile, adiacente a quella già presente nella parte a sud-ovest del parco. Riferimento: Rotary Club di Lucca
Firenze - Progetto ricostruzione dell' Albereta-Anconella con inserimento giostra girevole accessibile a tutti. Riferimento: Comitato per la ricostruzione dell' Albereta-Anconella.
Fucecchio (Firenze) - Progetto nuovo centro di aggregazione che prevede anche un parco giochi per bambini abili e disabili
Pietrasanta (Lucca) - Presentato progetto definitivo per area gioco inclusiva di 700 mq. (notizia dicembre 2014)
Pietrasanta (Lucca) - Nuovo parco giochi a Pietrasanta, (Lucca), grazie al concorso "Disegna il tuo parco giochi" vinto da una bambina di 7 anni. Con i 15mila euro verrà realizzato un parco giochi inclusivo la cui possibilità di fruizione è garantita a più soggetti, di qualsiasi età e livello di abilità fisica.
Pontedera (Pisa) - Progetto area gioco inclusiva presso giardino pubblico Bella di Mai, Riferimento: Comune di Pontedera. Lavori assegnati a Serena Scavi s.r.l.
Prato - Presso Giardino di via Soffici prevista installazione di tre attrezzature ludiche inclusive donate dal Centro Diritti per il Malato di Prato.
Terranuova Bracciolini (Arezzo) -  Progetto di VOCI DIVERSE "Giochi senza Barriere" per la realizzazione di un Parco Inclusivo presso la Scuola statale dell’Infanzia Italo Calvino.

TRENTINO ALTO ADIGE
Bolzano - Riqualificazione Parco Petrarca con inserimento giochi per tutti entro giugno 2016.
Rovereto - Il Comune Rovereto ha deciso di investire 17mila euro per la realizzazione di un'area gioco inclusiva presso i giardini Perlasca. Riferimento: Comune di Rovereto. Lavori assegnati a Stac Group srl

UMBRIA
Perugia - Il Comune di Perugia ha deciso di utilizzare i 15mila euro vinti tramite il concorso "Disegna il tuo parco a colori” indetto dall’Azienda Ferrero S.p.A. e dal Gruppo Conad per la riqualificazione del Parco Pubblico di Pian di Massiano, precisamente nella zona giochi, dove saranno posizionati giochi “inclusivi” che possono essere utilizzati da una vasta gamma di utenti aventi diverse abilità. Riferimento: Comune di Perugia

VALLE D'AOSTA

VENETO
Bribano (Belluno) - Nascerà entro la fine dell’estate 2016 un parco nel quale potranno divertirsi anche i bambini con disabilità. Riferimento: Comune di Sedico.
Camposampiero (Padova) - Progetto parco giochi inclusivo. Riferimento: Associazione Giochiamo con Sofia. Sito: https://giochiamoconsofia.wordpress.com/
Conegliano (Treviso) - In piazza Santa Canterina verrà realizzato un parco inclusivo per ragazzi diversamente abili, del valore complessivo di 68 mila euro. Riferimento: Comune di Conegliano
Mestre - Raccolta fondi per riqualificazione parco Piraghetto. Riferimento: Associazione Viva Piraghetto. Pagina facebook: https://www.facebook.com/Viva-Piraghetto-941277529263643/
Schio (Vicenza) - Progetto realizzazione parco inclusivo. Riferimento: Comune.
Schio (Vicenza) - Raccolta fondi Quartiere 7 per installazione altalena. Riferimento: Comune.
Villanova del Ghebbo (Rovigo) - Progetto parco inclusivo da realizzare nella zona verde adiacente a via dei Donatori di Sangue e alla palestra. Riferimento: Comune di Villanova del Ghebbo


Ultimo aggiornamento: 02/01/2016

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Camposampiero: terminata iniziativa natalizia

Camposampiero, (Padova). Si è conclusa l’iniziativa natalizia “Regala un dolce” organizzata dall’Associazione Onlus “Giochiamo con Sofia” volta a sostenere la realizzazione di un parco giochi inclusivo all’interno dell’area verde “ex ecocentro”, di via San Francesco. “Giochiamo con Sofia” è una onlus nata per volere di Giuseppe Zella e Silvia Salvalajo che promuove una serie di eventi benefici con l’obiettivo di abbattere gli ostacoli e i limiti che impediscono al bambino con disabilità di dedicarsi al gioco.

Per leggere la notizia clicca qui: http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2016/01/06/news/regala-un-dolce-della-onlus-e-costruisci-un-parco-per-tutti-1.12731648

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

7 gennaio 2016

Pontedera: nuovi giochi nel parco

Pontedera, (Pisa). Il giardino pubblico Bella di Mai diventerà un parco a misura di disabile. Il tutto è frutto di una procedura di adeguamento che vedrà la rimozione delle barriere architettoniche (ostacoli ai portatori di handicap, ad esempio per gli spostamenti sulla sedia a rotelle) e l'installazione di giostre accessibili a tutti.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.quinewsvaldera.it/pontedera-un-parco-a-misura-di-disabile.htm

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Nuova giostra a Caldogno

07/01/2016. Anche a Caldogno, (Vicenza), è stata installata una giostrina su cui tutti i bambini possono giocare insieme! Bellissima notizia!

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

ASCOLI PICENO – Un parco giochi per bambini

06/01/2015. Grazie al progetto “Il parco di tutti” promosso dall’amministrazione comunale è stata installata la prima altalena attrezzata per bimbi in carrozzina.
L’assessore Donatella Ferretti ha aggiunto : ”il nostro progetto vuole valorizzare uno spazio aperto, che già è parzialmente attrezzato con canestri e porte da calcetto, ma che via via dovrà trovare la propria identità proprio nei principi dell’integrazione attraverso il gioco. Ci confronteremo con la Città e le associazione del terzo settore per ampliare dal basso l’offerta di svago e di ricreazione che, nel frattempo, ieri ha preso le mosse con la prima altalena.”
L'altalena si trova nello spazio esterno della Ludoteca RIÙ, (Riciclo e riuso dei materiali) Monticelli.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.picenooggi.it/2016/01/06/32774/a-monticelli-unaltalena-per-bimbi-con-disabilita/

Noi di Parchi per Tutti speriamo che questo sia solo un inizio e che nel parco vengano installati giochi che permettano a tutti i bambini di giocare insieme!

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.