Questo blog nasce per sensibilizzare tutti sul diritto al gioco dei bambini con disabilità e per far conoscere i "parchi giochi inclusivi". Di cosa si tratta? Di parchi dove tutti i bambini possono giocare insieme. Parchi privi di barriere architettoniche, parchi dove sono installati giochi il più possibile accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini. Bambini che possono correre, bambini che usano la carrozzina, bambini ipovedenti, bambini con disabilità motoria lieve e bambini che amano saltare come grilli. In questi parchi ci sono strutture gioco, (castelli, navi, torri...), con rampe al posto delle scale, i pannelli sensoriali sono posizionati ad altezza tale che possano essere utilizzati anche da chi sta seduto così come le sabbiere o le piste per biglie e/o automobiline. Parchi con tunnel giganti il cui accesso è possibile anche alle carrozzine, giostre girevoli che possono essere utilizzate da tutti. Questi sono i giochi che piacciono a noi. Per quanto riguarda l'altalena per carrozzine abbiamo scritto alcune riflessioni, (potete leggerle: qui e qui). Non siamo contrarie all'installazione di questo gioco nei parchi, (nei parchi gioco insieme ad altre strutture pensate per tutti i bambini), mentre abbiamo grossi dubbi sulla sua reale utilità quando viene installata in un prato, in un luogo isolato da qualsiasi altro gioco. Questa altalena ultimamente è diventata “simbolo” di una città sensibile ai bisogni dei bambini e ragazzi con disabilità. E le persone con disabilità motoria lieve? E gli ipovedenti o ciechi? Scegliere un gioco che può essere utilizzato solo da alcuni bambini con disabilità, ed escludere tutti gli altri, non è una scelta felice. Ci piacerebbe che i privati, le associazioni e le amministrazioni comunali puntassero più in alto ovvero scegliessero giochi per tutti, giochi che permettono ai bambini di socializzare e giocare insieme. Se volete vedere le immagini dell'area giochi inclusiva di Rimini le trovate qui: Tutti a bordo!

30 giugno 2016

Inaugurazione parco inclusivo a Robecco sul Naviglio

Sabato 2 luglio 2016 - ore  10,00 Taglio del Nastro per l'inaugurazione del nuovo Parco Giochi Inclusivo " LE COLLINETTE" di Via Cavour
Notizia integrale qui: http://www.comune.robeccosulnaviglio.mi.it/po/mostra_news.php?id=455&area=H

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Team Solidale Cagliari - Un sogno per Elena

La piccola Elena è una bambina di 4 anni affetta da SMA (Atrofia Muscolare Spinale) a il Team Solidale Cagliari vorrebbe riuscire a donare un sorriso.
La manifestazione si terrà nel Comune di Marrubiu, il 18/09/2016, in Collaborazione con L’Associazione A.D.M.O Marrubiu .
Notizia integrale qui: https://www.facebook.com/teamsolidale/photos/a.1169023899783256.1073741885.243175895701399/1169025103116469/?type=3&theater

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Vignola: raccolta fondi per gioco accessibile

GINGER - Gestione Idee Geniali in Emilia Romagna - http://www.ideaginger.it/
Alla campagna di ‪#‎crowdfunding‬ del Comitato Parco dei Gemellaggi mancano meno di 600 euro per tagliare il traguardo. Il sogno di attrezzare il Parco dei Gemellaggi di ‪#‎Vignola‬ con un gioco accessibile a tutti è quasi realtà. Chi saranno i sostenitori del rush finale?


Notizia integrale qui: http://www.ideaginger.it/progetti/un-parco-per-tutti.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Rimini con i bambini.

“Quest’estate non cambiare, stessa spiaggia stesso mare…” e tanti parchi giochi per tutti i gusti! Perché Rimini con bambini è sì mare, ma anche e soprattutto un grande parco divertimenti all’aperto per grandi e piccini. Da segnalare un parco davvero originale e inaugurato da poco: si chiama Tutti a Bordo ed è un parco davvero per tutti. Un’area concepita per consentire ai bambini di divertirsi insieme, senza barriere e senza divisioni in un’area incantata che si affaccia direttamente sul mare all’altezza del bagno numero dieci. Dimenticatevi la casetta in legno o la solita altalena, ogni giochino vi stupirà: ed è proprio curioso come certe installazioni, apparentemente semplici, possano stimolare comportamenti e apprendimenti più complessi.

Notizia integrale qui: http://playgroundaroundthecorner.com/en/properties/giocando-pedalando-rimini-dintorni/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

29 giugno 2016

Raccolta fondi a Campi Bisenzio per gioco accessibile

Campi Bisenzio, (Firenze). Tutto nasce dallo slancio di persone che decidono di fare qualcosa di utile per persone che vivono in una condizione di vita difficoltosa e nell'esclusione di diritti fondamentali.
L'iniziativa nasce per raccogliere fondi necessari per l'acquisto di una giostra per bambini disabili, da posizionare insieme alle altre giostre all'interno di parchi pubblici con l'obbiettivo di vederli sorridere tutti insieme.
Informazioni: https://www.facebook.com/1446425502324260/photos/a.1447517778881699.1073741828.1446425502324260/1578229229143886/?type=3&theater
CUI - I ragazzi del Sole Onlus: http://www.cuisole.it/index.php?sezione=home

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

I vandali tornano sulla giostra a Santarcangelo

29/06/2016 Il Resto del Carlino. Come commentare questo tipo di notizie? Con grande dispiacere, grande tristezza per la mancanza di rispetto verso i beni pubblici.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Facciamo finta che...

Giocare è fondamentale per lo sviluppo psicosociale dei giovani mammiferi, esseri umani compresi. Una forma di gioco molto importante dal punto di vista psicologico è il gioco di finzione, quello del “facciamo finta che…” per il coinvolgimento che comporta delle strutture cognitive, e perché rompe i confini esistenti di norma tra immaginazione e realtà.
«Questo gioco è associato allo sviluppo del linguaggio e delle emozioni»
«Diversi studi di psicologia mostrano anche una relazione positiva tra questo tipo di gioco, la creatività, il possesso di abilità nell’affrontare varie situazioni». E questo modo di giocare diventa più frequente quando i bambini giocano all’aperto, dove ci sono più occasioni per inventare.

Notizia integrale qui:
http://www.corriere.it/digital-edition/CORRIEREFC_NAZIONALE_WEB/2016/06/26/50/giocare-e-davvero-un-bisogno-primario_U43190385729784jIB.shtml

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Giochi per tutti nel parco di viale Oliva a Valenza

Valenza (Alessandria) Inizieranno la prossima settimana i lavori di riqualificazione delle aree gioco dei giardini di viale Oliva a Valenza. L'intervento dovrebbe terminare nella prima settimana di agosto. Verranno installati giochi utilizzabili anche dai bambini con disabilità per offrire a tutti le stesse possibilità di gioco e socializzazione e per garantire la sicurezza e l'incolumità dei giochi sarà installato un impianto di videosorveglianza.

Notizia integrale qui: http://www.radiogold.it/notizie/7-politica/81580-dalla-settimana-nuovi-giochi-per-tutti-nell-area-gioco-di-viale-oliva

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Raccolta fondi per parco inclusivo a Castiglione del Lago

Castiglione del Lago, (Perugia). Le mamme del Rione Soccorso hanno un grande sogno: un parco inclusivo per i proprio figli! Per realizzare il parco hanno deciso di organizzare alcuni eventi di raccolta fondi per finanziare i giochi da installare nel parco.
Appuntamento durante la Festa dei Pici, (dal 30 giugno al 3 luglio 2016)




Ulteriori informazioni sul gruppo facebook: Parco libera tutti..... Area Giochi inclusivi

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

28 giugno 2016

Carpi: mozione parchi inclusivi

Carpi. Il Consiglio comunale di Carpi, ha recentemente approvato all’unanimità una mozione sui parchi inclusivi e l’accessibili...

Notizia integrale qui: http://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2016/06/27/news/il-consiglio-serve-un-piano-per-aprire-i-parchi-ai-bimbi-1.13733966

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Pescara - Riapre il Parco dei Sogni

Pescara. Giochi inclusivi per bambini con disabilità al parco di via Mafalda di Savoia. I giochi, donati dal Rotary Pescara Nord, sono stati ufficialmente inaugurati dal presidente del club, Alessandro Palizzi, alla presenza dell’associazione Carrozzine Determinate, presieduta da Claudio Ferrante; del sindaco, Marco Alessandrini; del presidente del Consiglio Comunale, Antonio Blasioli; dell’assessore alle Politiche Sociali, Giuliano Diodati; dei cittadini intervenuti all’inaugurazione.

Notizia integrale qui: http://www.cityrumors.it/notizie-pescara/cronaca-pescara/264476-pescara-giochi-senza-barriere-al-parco-in-via-mafalda-di-savoia.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Un parco è per tutti...

Palermo. "Un parco è per tutti. E di parchi dove tutti i bambini possono giocare insieme a Palermo finora non ne sono stati aperti. Parchi privi di barriere architettoniche, luoghi inclusivi dove sono installati giochi accessibili e dedicati a tutti, anche a chi è affetto da disabilità motoria."
"Grazie al progetto sostenuto dal Rotaract sono stati raccolti i fondi necessari per l'acquisto dell'area-gioco attrezzata, con la speranza di poter presto veder giocare insieme bambini che possono correre e che godono di piena salute con bambini disabili. L'iniziativa ha come scopo la socializzazione e l'abbattimento di tutte le barriere, nella consapevolezza di quanto sia importante dare anche ai meno fortunati un luogo in cui poter giocare liberamente ma in sicurezza."
Notizia integrale qui: http://www.balarm.it/articoli/parco-uditore--il-rotaract-dona-un-altalena-per-disabili.asp

Un parco è per tutti quando è un PARCO GIOCHI INCLUSIVO. Apprezziamo chi si impegna per raccogliere fondi per l'acquisto di un'altalena per bambini in carrozzina, (e non chiamateli bambini meno fortunati che non si può sentire!), ma ribadiamo che un parco giochi inclusivo è un'altra cosa.
Installare un'altalena per carrozzine significa dare la possibilità a un bambino con disabilità grave di dondolare, (solo dondolare; no scivolare, no muoversi in libertà nel parco, no salire su un gioco a molla, no oscillare, no ruotare, no giocare con l'acqua...). Non diamo per scontato che a un bambino che usa la carrozzina piaccia dondolare, i bambini hanno tutti gusti diversi, c'è a chi piace dondolare e a chi no! Magari alcuni preferiscono scivolare o girare velocemente su una giostra.
Installare un'altalena per carrozzine significa escludere dal gioco chi ha tipi di disabilità diversa da quella motoria grave che obbliga un bimbo a usare la carrozzina. Significa che altri bambini "normodotati" non potranno usare questo gioco perché è riservato esclusivamente a utenti che usano la carrozzina soprattutto per motivi di sicurezza.
E allora va bene installare questo gioco ma facciamo informazione corretta: si chiama altalena per carrozzine o altalena per bambini con disabilità, altalena per disabili, altalena per sedia a ruote, ...
Non è un gioco inclusivo, non rende inclusivo il parco e purtroppo non ha il potere di far giocare insieme i bambini :-)

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

27 giugno 2016

Inaugurata l’altalena per bambini con disabilità motorie al Parco dei Tigli di San Mariano

Inaugurata domenica 26 giugno al Parco dei Tigli di San Mariano l’altalena per bambini con disabilità motorie. È la 179esima in oltre 8200 comuni italiani e la prima dell’intero territorio perugino.  A condividere quello che potrebbe già essere l’embrione di un innovativo Parco giochi inclusivo più di 100 piccoli amici dei tre festeggiati Azzurra, Manuel ed Aurora.
La sollecitazione al Comune è partita da mamma Sara, definita dall’assessore Lorenzo Pierotti, la “super-mamma”. Pierotti dichiara: "sappiamo bene di essere meno che all’inizio, avevo anticipato che il mio sogno era che tutte le aree verdi attrezzate in futuro potessero diventare luoghi ideali per bambini portatori di abilità differenti. Le prossime mosse saranno chiedere al Gruppo di maggioranza di proporre un odg da votare in Consiglio con il quale impegnare il Comune a ragionare in termini inclusivi per ogni futuro intervento riguardante i parchi gioco".
Notizia integrale qui: http://www.corcianonline.it/2016/06/27/inaugurata-laltalena-per-bambini-con-disabilita-motorie-al-parco-dei-tigli-di-san-mariano/

Altra altalena per carrozzine, a San Mariano, (Corciano). Ci fa piacere, nonostante non si tratti dell'inaugurazione di un parco inclusivo ma di una semplice altalena, leggere nell'articolo che questo gioco viene definito "altalena per bambini con disabilità motorie" ovvero ciò che è. Non un gioco inclusivo ma una semplice altalena riservata ad alcuni bambini. Apprezziamo anche la consapevolezza dell'Ass. Pierotti che si tratta di un piccolo gesto. Naturalmente prendiamo nota della promessa di un impegno futuro del Comune per i prossimi parchi gioco!!!

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Altalena a Fano

Fano, (Pesaro e Urbino). Educare i bimbi alla disabilità attraverso un semplice gioco. Inaugurata il 26 giugno l'altalena per disabili che permette ai bimbi in carrozzina di provare le stesse emozioni dei normodotati, facendosi dondolare ai giardinetti.
Un'occasione di riflessione sulla disabilità verso tematiche che potenzialmente potrebbero riguardarci tutti: disabilità, barriere architettoniche e inclusione.
Notizia integrale qui: http://www.ilrestodelcarlino.it/fano/parco-giochi-altalena-disabili-1.2293113

Anche noi vi lasciamo la nostra riflessione: perché l'altalena è stata installata su prato? Terreno non certo facile da percorrere per una carrozzina manuale o elettrica! E perché un bambino in carrozzina che si reca in questo parco può solo dondolare su questa altalena mentre gli altri possono salire su tutti gli altri giochi? Parliamo di barriere architettoniche e inclusione... A noi pare che in questo caso siano entrambe assenti...
Un bambino con disabilità motoria che usa la carrozzina deve avere gli stessi diritti di tutti i bambini: giocare in libertà e poter scegliere come e dove giocare. Per questo sono nati i parchi inclusivi: luoghi dove i bambini possono giocare insieme utilizzando le medesime strutture. E ricordiamo che l'accessibilità, quando viene installato un gioco per bambini in carrozzina, è la cosa più importante! Quindi pavimentazione liscia e pianeggiante e vialetto di accesso al gioco.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Molfetta: in arrivo il parco giochi per tutti!

Molfetta, (Bari). Villa comunale, arriva il parco giochi. Soddisfatta l’ex sindaco Natalicchio: sono queste le “grandi opere” che vogliono i cittadini. I bambini, le famiglie, i colori, una città a misura di tutti, anche dei disabili.
Questi giochi faranno la felicità dei bambini e doneranno un’immagine migliore all’area pubblica di cui fruiscono ogni giorno decine di piccoli.
Notizia integrale qui: http://www.quindici-molfetta.it/villa-comunale-arriva-il-parco-giochi-soddisfatta-l-ex-sindaco-natalicchio-sono-queste-le-grandi-opere-che_37227.aspx

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

26 giugno 2016

Nettuno: altalena per carrozzine

25/06/16 Nettuno, (Roma).  Arriverà questo pomeriggio al parco pubblico di San Giacomo, a Nettuno cosicché anche i bambini meno fortunati possano gioire di un giro sull'altalena per bimbi in carrozzella, appositamente studiata per loro, prodotta da un'azienda specializzata in modo che possano giocare in tutta sicurezza.
Notizia integrale qui: http://www.ilcaffe.tv/articolo/25467/e-in-arrivo-un-altalena-per-bimbi-disabili-al-parco-di-san-giacomo-a-nettuno

Perché "bambini meno fortunati"? A voi farebbe piacere se vostro figlio fosse appellato così???
Oggi lanciamo un vero e proprio scoop... I BAMBINI CON DISABILITÀ POSSONO ESSERE FORTUNATI E ADDIRITTURA FELICI !!! Incredibile, vero? Tutto questo accade nell'anno 2016!

Rilanciamo inoltre la riflessione: perché un bambino che usa la carrozzina che si reca al parco giochi non può scegliere come e con cosa giocare e un bambino "normodotato" sì? Ogni bambino, con disabilità o normodotato ha gusti diversi: ci sono bambini che al parco amano arrampicarsi, alcuni adorano scivolare, altri amano l'altalena, altri ancora preferiscono scavare o giocare con l'acqua e altri ancora prediligono giochi tranquilli come il "facciamo finta che" all'interno di una casetta.
Quando installiamo solamente un'altalena per carrozzine in un parco privo di altri giochi o in cui sono installati giochi non accessibili e fruibili da parte di tutti, decidiamo che tipo di gioco può fare un bambino in carrozzina. Decidiamo al posto suo, limitiamo le sua scelta e diamo per scontato che le sue preferenze di gioco siano uguali alle nostre.
E se a questo bambino non piacesse l'altalena? Ci sono bambini che possono alzarsi  per brevi periodi di tempo dalla carrozzina, (con o senza aiuto di un adulto), e magari vogliono provare l'emozione di scivolare oppure giocare insieme a un amico all'interno di una casetta fingendo di essere rientrato dopo una giornata di lavoro!
E voi come vi sentireste? Giunti in un luogo di relax, libertà e divertimento aperto a tutti, vi rendete conto che tutti possono fare ciò che vogliono mentre a voi è riservata una sola attrazione...

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

25 giugno 2016

Asti: due nuovi giochi accessibile nel parco Bramante

Asti - 24/06/16 presso il parco Bramante sono in corso di realizzazione i lavori di installazione di un'altalena che può ospitare una sedia a rotelle e di una giostra con due seggiolini e due spazi per carrozzella.
Notizia integrale qui: http://atnews.it/sociale/9745-arrivano-le-giostrine-inclusive-al-parco-bramante.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Due nuove altalene a Pisa

Pisa, quartiere San Marco-San Giusto, nei parchi pubblici “Falcone Borsellino” e Largo “C. Balbo” sono state inaugurate due altalene per bambini con disabilità. Le altalene speciali, tre in tutta la città sono installate su apposita pavimentazione e sono stati realizzati dei percorsi di accesso ai giochi.
Il vicesindaco Ghezzi, durante l’inaugurazione delle altalene ha ringraziato i soggetti coinvolti nel progetto “Regala un sorriso” e ha annunciato: “metteremo un cartello con scritto: se vuoi la mia altalena, prenditi anche il mio handicap.
Notizia integrale qui: https://www.pisorno.it/quartiere-san-marco-san-giusto-novita-riqualificazione-urbana/

Rilanciamo per l'ennesima volta una riflessione: perché un bambino che usa la carrozzina che si reca al parco giochi non può scegliere? I bambini hanno gusti diversi: ci sono bambini che al parco amano arrampicarsi, chi adora scivolare, chi ama l'altalena, chi preferisce scavare o giocare con l'acqua e chi predilige giochi tranquilli come il "facciamo finta che" all'interno di una casetta.
Un bambino in carrozzina, in questo caso, non ha scelta. Può salire su questa altalena e dondolare, niente di più. E se a questo bambino non piacesse l'altalena? Ci sono bambini che possono alzarsi  per brevi periodi di tempo dalla carrozzina, (con o senza aiuto di un adulto), e magari vogliono provare l'emozione di scivolare oppure giocare insieme a un amico all'interno di una casetta fingendo di essere rientrato dopo una giornata di lavoro!
Quando installiamo solamente un'altalena per carrozzine in un parco privo di altri giochi o in cui sono installati giochi non accessibili e fruibili da parte di tutti, decidiamo che tipo di gioco può fare un bambino in carrozzina. Decidiamo al posto suo, limitiamo le sua scelta e diamo per scontato che le sue preferenze di gioco siano uguali alle nostre.

Invitiamo tutti a prestare la massima attenzione in fase di scelta dei giochi da installare in un parco pubblico. Un parco pubblico è un luogo che tutti possono frequentare, un luogo a cui tutti devono essere in grado di accedere e devono anche poter usufruire di eventuali strutture.
Perché le persone, e bambini, con disabilità, devono avere scelte limitate? Hanno forse meno diritti rispetto alle persone normodotate?

E voi come vi sentireste? Giunti in un luogo di relax, libertà e divertimento aperto a tutti, vi rendete conto che tutti possono fare ciò che vogliono mentre a voi è riservata una sola attrazione...

Convenzione O.N.U. sul diritto alle Persone con disabilità
Articolo 30
Partecipazione alla vita culturale, alla ricreazione, al tempo libero e allo sport
1. Gli Stati Parti riconoscono il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di eguaglianza con gli altri alla vita culturale e dovranno prendere tutte le misure appropriate per assicurare che le persone con disabilità:
5. Al fine di permettere alle persone con disabilità di partecipare su base di eguaglianza con gli altri alle attività ricreative, del tempo libero e sportive, gli Stati Parti prenderanno misure appropriate
per:
(d) Assicurare che i bambini con disabilità abbiano eguale accesso rispetto agli altri bambini alla partecipazione ad attività ludiche, ricreative, di tempo libero e sportive, incluse le attività comprese nel sistema scolastico;


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Canegrate, un parco giochi nella ex Borletti

Canegrate, (Milano). L'ex opificio Borletti di Canegrate rinasce dopo anni di abbandono. Manca solo la firma ufficiale per avviare il progetto di un grande parco giochi per bambini, "Birbanti Village", nell'archeologia industriale. Quattro mila metri quadrati per soddisfare il divertimento dei più piccoli. Grande attenzione sarà anche dedicata ai disabili che avranno a disposizione un gioco innovativo per chi è in carrozzina.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.legnanonews.com/news/11/60299/un_parco_giochi_nella_ex_borletti

Noi speriamo che i giochi scelti per il parco siano accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini perché a leggere l'articolo sembra che di giochi per bambini in carrozzina ce ne sarà solo uno...
Chiederemo informazioni al Comune! I bambini devono avere tutti le stesse possibilità di gioco. Perché ai bambini in carrozzina riservato un solo gioco, (magari la solita altalena per carrozzine), e agli altri tanti giochi? I bambini in carrozzina devono per forza amare l'altalena? Ogni bambino ha i propri gusti personali: a chi piace l'altalena, a chi lo scivolo, a chi giocare nella casetta e altri ancora amano giocare con l'acqua o scavare nella sabbia!

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

24 giugno 2016

CosmoBike Mobility Verona 2016

La città dei bambini è senz’auto: torna a Verona CosmoBike Mobility
"Il tema portante dell’edizione 2016 sarà “la città dei bambini” e si concentrerà in particolare sull’esigenza di rendere le città italiane ed europee in luoghi in cui anche i più piccoli e deboli abbiano pieno diritto di cittadinanza. L’apertura internazionale dell’evento garantirà un ampio spettro di buone pratiche mutuate dalle città che maggiormente si sono adoperate nel corso dell’ultimo decennio per facilitare un cambio di destinazione d’uso dello spazio pubblico e, soprattutto, delle abitudini di mobilità della cittadinanza."
Leggi l'articolo completo qui: http://www.cosmobikeshow.com/news/la-citta-dei-bambini-e-senzauto-torna-a-verona-cosmobike-mobility/
Perché non dovreste mancare a CosmoBike Mobility
"Il focus dell’evento è “La città dei bambini”, perché i bambini di oggi saranno gli adulti di domani e perché se noi costruiamo città più sicure per i nostri figli, saranno sicure per tutti. L’evento, organizzato da Bikenomist srt con il supporto di FIAB, avrà un approccio multidisciplinare, in modo da evidenziare di cosa hanno bisogno infrastrutture e politiche per potenziare la mobilità di tutti e promuovere l’accessibilità."
Leggi l'articolo completo qui: http://www.cosmobikemobility.com/news/2374/

Programma del 14 settembre - La città dei bambini
http://www.cosmobikemobility.com/cosmobike-mobility-programma-mercoledi-14-settembre/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Superando.it - Un parco giochi per tutti è proprio per tutti

Un parco giochi per tutti non è un parco per soli ragazzi con disabilità ma è proprio per tutti, nato per abbattere le barriere che spesso vengono poste dalla stessa società. In esso servono attrezzature pensate per essere usate da quanti più bambini possibile. Ciò che è stato fatto a Nichelino potrebbe essere migliore e ancor più inclusivo, ma il progetto “Un parco giochi per tutti” è uno spunto iniziale, per indicare alle Amministrazioni una direzione in cui muoversi per il futuro. Tutti, infatti, possiamo fare molto per migliorare il mondo in cui viviamo, se siamo capaci di pensare a un benessere collettivo e inclusivo per tutti
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.superando.it/2016/06/24/un-parco-giochi-per-tutti-e-proprio-per-tutti/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Scandiano: inaugurazione parco inclusivo Andrea Gigio Torelli

Scandiano, (Reggio Emilia). Sabato 25 giugno, alle ore 10.30 è in programma l’inaugurazione del Parco inclusivo Andrea Gigio Torelli, realizzato nella zona ex campo da calcio “Torelli”.
Un parco comunale dove i giochi sono accessibili a bambini con ogni tipo di abilità, anche se hanno difficoltà motorie, problemi all'udito, disturbi visivi. È il parco "Andrea Gigio Torelli" realizzato nell'area dell'ex campo da calcio Torelli.
Il progetto è frutto di un'idea dell'associazione Il Mucchio.
Per leggere la notizia clicca qui: http://reggionelweb.it/2016/06/tutto-pronto-per-il-parco-inclusivo-donato-al-comune-di-scandiano/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Prato: riqualificazione due parchi gioco

Prato. «Ci vediamo dopo ai giardini», è una frase che i bambini disabili potranno pronunciare ai loro compagni "normodotati". A settembre gli spazi verdi di via Soffici e via Picasso si abbelliranno con sette nuovi giochi inclusivi che il Centro per i diritti del malato donerà al Comune grazie a un contributo sostanzioso di Conad. I giochi verranno installati a Mezzana e Fontanelle, due periferie popolose della città.
Saranno tre i giochi in via Soffici, quattro in via Picasso: altalene e cesti molleggianti per bimbi con disabilità progettati per agganciare eventualmente anche le carrozzine. «In provincia di Prato - sottolinea Fabio Baldi - si contano 800-900 bambini con disabilità varie». Più difficile pensare a dei giochi mirati per le disabilità gravissime: l'ufficio ambiente è al lavoro con un gruppo di genitori coinvolti per individuare la tipologia migliore.

Per leggere la notizia clicca qui: http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2016/06/23/news/il-paese-dei-balocchi-a-mezzana-e-alle-fontanelle-1.13710772
Comunicato stampa: http://comunicati.comune.prato.it/generali/?action=dettaglio&comunicato=14201600000924

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

23 giugno 2016

Inaugurazione Bimbiland

Triggiano, (Bari). Domenica 10 luglio 2016 presso il Parco Nassirya:
- Ore 17:00 inizio animazione bimbi
- Ore18:00 inaugurazione Parco Giochi Inclusivo Bimbiland
Tutta la cittadinanza è invitata!
Per informazioni: http://www.laltravia.org/progetti/laltra-via/bimbiland/
Il progetto Bimbiland comprende la riqualificazione dell'esistente parco Nassiriya e la successiva creazione di un parco inclusivo nel quale possano giocare contemporaneamente bambini normodotati e non. Sono stati effettuati interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, in particolare realizzazione di una rampa di ingresso al parco e il percorso a livello dell'area ove saranno installate le attrezzature per il gioco.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Pavia, raccolta fondi per acquisto altalena

Pavia, raccolta fondi per acquisto altalena per carrozzine. Rilanciamo la notizia perché ogni installazione che permette a bambini con disabilità motoria grave di giocare è la benvenuta, tutti hanno diritto a divertirsi al parco.
Ci permettiamo però di specificare che questo tipo di altalena non è destinata all'uso "anche da bambini su sedia a rotelle" ma "esclusivamente da bambini su sedia a ruote". Per questo motivo non può essere considerato un gioco inclusivo. Suggeriamo, anche se purtroppo di tratta di un gioco più costoso, di scegliere magari una giostra girevole, ovvero un gioco su cui possono salire contemporaneamente sia bambini "normodotati" che bambini in sedia a ruote o altro gioco che permetta ai bambini di stare insieme :-)
Talvolta possiamo apparire troppo pignole ma ci pareva corretto specificare. Questo gioco non può essere utilizzato da bambini che dondolano stazionando in piedi sulla pedana, solo da utenti in carrozzina.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.uildm.org/2016/06/22/a-pavia-un-progetto-per-il-diritto-al-gioco-dei-bambini/
Per informazioni sull'iniziativa: https://www.facebook.com/UildmPavia/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

22 giugno 2016

CosmoBike Mobility 2016

CosmoBike Mobility è l’unico evento B2B in Europa interamente dedicato al tema della ciclabilità urbana. Dal 14 al 16 settembre 2016, Verona diventerà luogo di incontro e di confronto di progettisti, tecnici, amministratori, aziende e associazioni su tutto quanto riguarda la progettazione e realizzazione di città a misura di bicicletta. CosmoBike Mobility alternerà seminari formativi e tavole rotonde a spazi in cui le pubbliche amministrazioni avranno la possibilità di esporre le proprie problematiche ai migliori tecnici italiani ed europei.
Alcuni dei temi che trattati saranno "bambini e scuole"e "accessibilità"

Per leggere la notizia completa clicca qui: http://www.cosmobikeshow.com/area-espositori/cosmobike-mobility/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

LiberaMente la disabilità da un altro punto di vista

LiberaMente, la disabilità da un altro punto di vista. Condividendo le storie di gente comune, confrontandoci con scrittori, musicisti, artisti vogliamo mostrarvi la disabilità da un altro punto di vista. Vogliamo raccontarvi la vita straordinaria di persone ordinarie. La rassegna di incontri LiberaMente è una campagna di sensibilizzazione con lo scopo di formare nella collettività una coscienza di partecipazione e un rinnovamento culturale.
Il primo incontro ospiterà Alessandro Mennella, 32 anni, genovese è affetto dalla sindrome di Usher, non vede, non sente, ma parla e corre. Testimonial di RarePartners per la ricerca sulle malattie rare, ci racconterà la sua storia attraverso un'interessante video intervista "Sono una testa dura". Alessandro partirà da Genova il 3 luglio per raggiungere Sorrento in Tandem!
Parleremo di disabilità tra pregiudizio e realtà con Matteo Schianchi, autore del libro "La terza nazione del mondo", titolo significativo dato che le persone con disabilità, dopo Cina e India, formerebbero la terza nazione più popolosa al mondo.
Perché presentare un libro uscito nel 2009?  Perché Matteo Schianchi ne "La terza nazione del mondo", Feltrinelli, 2009 suggerisce le linee guida da seguire per percorrere la strada verso una concreta inclusione sociale.
Informazioni: https://www.facebook.com/events/281912612157531/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Pescara: sicurezza dei parchi gioco

Pescara. L’assessorato comunale al Verde Pubblico dà il via il bando per la messa in sicurezza e il potenziamento dei giochi nelle aree verdi cittadine. Gli interventi interesseranno i parchi: Montessori, ex Caserma Cocco, della Speranza, della Serenità, Falcone e Borsellino, delle Mamme, Peter Pan, San Giuseppe, delle Meraviglie, della Fantasia, del Sole, Nicola Calipari, Florida, del Sorriso,
Grazie ad un progetto, a firma dell’architetto Daniele Di Nicola, provvederemo alla rimozione dei giochi rotti e alla relativa sostituzione, ma, soprattutto, li renderemo più sicuri, seguendo le direttive dell’Unione Europea. Ovunque manchino saranno, infatti, sistemati dei tappetini antitrauma, per un totale di 400 metri quadri e 15mila euro”.
SICUREZZA :-)

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.cityrumors.it/notizie-pescara/cronaca-pescara/265639-pescara-giochi-piu-sicuri-14-parchi-cittadini.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

21 giugno 2016

Cecina: nuova altalena

CECINA. Installate al parco giochi in piazza Carducci e in pineta a Marina di Cecina due altalene pensate appositamente per i bambini disabili. L’attrezzo, più grande dei normali seggiolini, ha una seduta più confortevole e sicura che consente a tutti di usufruire dell’altalena.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.quinewscecina.it/cecina-giochi-alla-portata-di-tutti.htm

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Ruvo di Puglia: altalena per carrozzine usata da bambini in piedi sulla pedana

Ruvo di Puglia. Un cittadino fotografa e segnala che quattro bambini sono intenti a dondolarsi sull'altalena riservata alle carrozzine. Il tutto sotto lo sguardo di una mamma, che non sembra preoccuparsene.
Per leggere la notizia completa clicca qui: http://www.ruvolive.it/news/Whatsapp/429635/news.aspx
 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 
Nasce una discussione anche sul gruppo facebook "Sei di Ruvo se...".
«C'è chi trova la situazione tollerante: che male stanno facendo quei bimbi? Un'altalena che regge una carrozzella può benissimo reggere un paio di bambini».
Una discussione articolata ed interessante che viene portata all'attenzione di Daniela Mazzone che vive sulla sedia a rotelle e commenta: "Secondo me è giusto che ne facciano uso anche loro nel rispetto degli oggetti e delle regole del vivere civile. Il messaggio da far recepire, sarebbe fortissimo: basta distinzioni, siamo persone comuni, abbiamo tutti voglia di divertirci, ma soprattutto voglia di stare insieme agli altri. L'altalena per disabili è un grande dono per i bambini di questa città. Ma ne possono usufruire tutti."
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.ruvoviva.it/notizie/altalena-per-disabili-e-se-ci-giocassero-anche-i-normodotati/
 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 
A volte verrebbe voglia di gettare la spugna... Ma no, noi siamo le mamme rompi scatole e lo ribadiamo per l'ennesima volta, (tra l'altro abbiamo scritto un post proprio due giorni fa ancora sulle altalene per carrozzine):
L'altalena per carrozzine è un gioco riservato esclusivamente a utenti che usano la carrozzina per spostarsi. No: non può essere utilizzato da bambini che dondolano stazionando in piedi sulla pedana; no: neppure se in quel momento non sono presenti utenti che usano la carrozzina e che potrebbero voler salire sul gioco. È un gioco pericoloso? Sì, lo è! È un gioco di grandi dimensioni, in metallo, che oscilla. Se la testa di un bambino dovesse essere colpita accidentalmente dalla pedana di metallo potrebbe riportare ferite molto gravi.
Questo gioco è stato "pensato" per l'uso di sedie a ruote che non possono accidentalmente cadere fuori dal cestello che oscilla mentre un bimbo sì: può cadere fuori dal gioco e ferirsi!
Se vogliamo stare insieme, se vogliamo l'inclusione, dobbiamo scegliere un tipo di gioco diverso e ne esistono davvero tantissimi sul mercato!

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Altalena a San Mariano

La sinergia tra Comune di Corciano, Fiadda Onlus e Ginnastica Perusia ha permesso l’installazione di un’altalena per bambini diversamente abili al “Parco dei Tigli” di San Mariano. “Finalmente anche i bambini con disabilità motoria potranno fruire di giochi per loro accessibili, salvaguardando il sacrosanto diritto di avere uno spazio ludico pubblico da condividere con i coetanei dice l’assessore alla cultura e sviluppo economico Lorenzo Pierotti
Presente nel parco anche un gioco sonoro
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.corcianonline.it/2016/06/21/disabilita-la-prima-altalena-per-bambini-con-difficolta-motorie-e-al-parco-dei-tigli/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Palermo, la prima altalena per diversamente abili.

Palermo si attrezza con la prima altalena della città progettata per diversamente abili. La speciale altalena sarà presentata domenica 26 giugno a Parco Uditore, dove sono in corso i lavori di installazione. La struttura è donata dai ragazzi del Rotaract Palermo Mediterranea. La giostra sarà installata accanto ai giochi per bambini normodotati, così da favorire l’inclusione ed evitare l’isolamento. Durante l’inaugurazione, che si svolgerà domenica dalle ore 11.00 alle ore 13.00, saranno organizzati giochi per tutti i bimbi.
Per leggere la notizia completa clicca qui sotto:
http://palermo.repubblica.it/cronaca/2016/06/21/foto/palermo_a_parco_uditore_la_prima_altalena_per_bimbi_disabili-142496566/#1

Naturalmente noi proponiamo la nostra riflessione: i giochi per bambini normodotati sono accessibili? Sicuramente no. Quindi come è possibile che favoriscano inclusione? Semplicemente i bambini normodotati continueranno a giocare sui "loro" giochi mentre un bimbo che usa la carrozzina avrà a disposizione solo l'altalena e quindi nessuna scelta di gioco e ensuuna interazione con gli altri bambini che non potranno salire su questa altalena in quanto riservata ai soli utenti che usano la carrozzina.
Invitiamo il Sindaco di Palermo a prendere in considerazione la possibilità di installare giochi accessibili e fruibili per tutti i bambini nel parco dove oggi è presente l'altalena :-)

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Tre altalene a Pisa

Altre due altalene inaugurate lunedì 20 giugno, nei parchi pubblici Falcone Borsellino e Largo Balbo a Mezzogiorno a Pisa. La prima altalena per disabili al Parco di via Abba a Porta a Lucca è stata inaugurata sabato 18 giugno, ora sono tre le altalene per bambini disabili donate alla città dalle Magistrature del gioco del ponte, i comandi di Mezzogiorno e Tramontana e il Comitato combattenti
Le altalene sono state montate dall’Ufficio Verde del Comune di Pisa, che ha provveduto oltre all’installazione, anche alla realizzazione della pavimentazione e dei percorsi di accesso ai giochi.
Per leggere la notizia clicca qui: http://www.quinewspisa.it/pisa-unaltalena-per-i-disabili.htm

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Castellanza, area giochi Parco Alto Milanese

Castellanza (Varese). Presso il Parco Alto Milanese è presente una struttura gioco con rampa, altalena per carrozzine e un gioco a molla con protezioni laterali e schienale.


Nelle immagini i lavori di installazione dei giochi.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

20 giugno 2016

Giocare con la ghiaia e l'acqua al parco

20/06/2016. Nel pomeriggio alcuni bambini hanno svolto grandi lavori manuali presso l'area giochi Tutti a bordo! Al grido di "togliamo i sassi dalla fossa!" hanno iniziato a scavare con palette, cucchiai, con le mani.
Un paio di bambini, i capo cantiere, davano istruzioni ai lavoratori: "non fate passare l'acqua", "scava bene", "stappa il tubo", "sposta la pallina", "non fate girare la ruota", "scava vicino al tubo", "ferma l'acqua" ...
Ad un certo punto, dopo tanto lavoro, si è udito un grido più forte: "ce l'abbiamo fatta!", ed ecco l'acqua uscire da tubo e la vasca che si svuota. Nel frattempo alcuni bambini più piccoli gettavano la ghiaia nella vasca cercando di non farsi vedere dai piccoli "stappatori" :-)
È stato bello osservare i bambini organizzarsi, dare ordini, contro ordini, decidere di vuotare la vasca e poi cambiare idea, ... Per fortuna nessun genitore si è intromesso, i bambini erano liberi di fare ciò che volevano, (anche bagnarsi), una bella dimostrazione di quanto siano capaci di organizzarsi e soprattutto di quanto sia importante il gioco!
Infatti è proprio giocando insieme, come scrive Peter Gray nel suo libro Lasciateli giocare che i bambini "imparano a trattare con gli altri, ad accontentarli e a gestire e superare l'irritazione che può derivare da un eventuale conflitto." E poi ancora: "Un gioco sociale (ovvero, un qualunque gioco preveda più di un giocatore) è, per sua natura, un continuo esercizio di collaborazione, attenzione alle esigenze reciproche e decisioni consensuali. Il gioco non è dovere; i giocatori sono liberi di smettere in ogni momento."
Peter Gray ci ricorda che sarebbe bene "assicurarsi che i nostri figli abbiano opportunità autentiche di giocare liberamente all'aria aperta, con gli altri bambini, senza interferenze adulte perché attraverso queste esperienze imparano a risolvere i problemi, controllare gli impulsi, modulare le emozioni, mettersi nei panni degli altri, negoziare le differenze, andare d'accordo e sentirsi alla pari con chi hanno intorno."
Dopo un'ora e mezzo di scavi i bambini, stanchi, sporchi e completamente bagnati da capo a piedi, sono stati richiamati dalle loro mamme perché era giunta, purtroppo, l'ora di andare a casa a fare una bella doccia calda. Mentre i lavoratori vuotavano la vasca del gioco d'acqua dalla ghiaia, altri bambini si arrampicavano sullo scivolo, altri dondolavano in altalena e altri ancora roteavano dentro al disco. Tutto questo accade in un parco giochi inclusivo, dove l'accessibilità è garantita a tutti, dove ci sono giochi fruibili anche da parte di bambini con disabilità, un parco dove vive un serpente magico che si chiama Tuiotù.
 
Chiedete ai Sindaci della vostra città di realizzare un parco giochi inclusivo! Un parco dove tutti i bambini possono muoversi con facilità e in autonomia, un parco dove sono installati giochi il più possibile accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini: con e senza disabilità. Un parco dove i bambini, tutti, possono fare esperienza di gioco.
Chiedete ai Sindaci di affidare la progettazione di un parco a persone competenti, perché questo fa la differenza! Acquistare giochi da un catalogo e installarli in un parco non garantisce lo stesso risultato ottenuto con una progettazione che tenga conto del luogo dove verrà realizzato il parco, delle persone che vivono in quella zona, ... Progettare un parco significa realizzare un luogo che offre ai bambini una grande e importante esperienza di gioco.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Pavia: riqualificazione parco

Pavia. Il parco di viale Campari, che si trova vicino alla scuola primaria Cabral e d'infanzia Manara, su richiesta dei residenti è stato recintato e sono stati posati nuovi giochi.
L’Amministrazione Comunale ha stanziato nel bilancio comunale, la somma di €.120.000,000 per la riqualificazione del parco.
Nello specifico sono state progettate zone differenti secondo le fasce d'età e le diverse abilità:
Area per i piccoli: con altalena bassa, giochi a molla e scivolo multifunzione
Area per tutti: con gioco multifunzione inclusivo accessibile in parte anche a bambini diversamente abili su sedia a ruota posato su pavimentazione antitrauma in piastrelle di gomma granulare
Area sportiva: con palestra di arrampicata posata su pavimentazione antitrauma in piastrelle di gomma granulare e canestro-gioco
Area altalene: con due altalene doppie posate su pavimentazione antitrauma in piastrelle di gomma granulare
Il parco oltre ad essere ombreggiato è dotato di numerose panchine, cestini per i rifiuti e un portabiciclette. Il parco è accessibile attraverso 3 accessi pedonali e sarà aperto al pubblico nei seguenti orari: in estate 8,00 - 19,30 mentre in inverno 8,30 - 18,00.

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.comune.pv.it/site/home/dai-settori-e-servizi/lavori-pubblici/articolo26009.html

Un parco solo in minima parte accessibile, si poteva fare molto di più. Della struttura gioco, come dichiarato nel comunicato del Comune di Pavia, solamente la prima parte del gioco è accessibile grazie a una rampa che porta a una piccola "piazzola" dove sono posizionati uno o due pannelli ludici. Per accedere alla parte successiva, la torretta con il tetto rosso, c'è una piccola parete di arrampicata, che non può essere affrontata da tutti i bambini con disabilità motorie. Sembra, (da verificare), che manchi anche il vialetto di accesso al gioco per rendere più agevole il transito delle carrozzine, (o facilitare il cammino a chi ha problemi di deambulazione). Altalene: ne sono state installate ben quattro ma nessuna con schienale o di altro tipo che possa accogliere bambini che non riescono a mantenere l'equilibrio sulla tavoletta. Invitiamo le Amministrazioni Comunali a fare sempre di più, a cercare di offrire ampia scelta di gioco anche a bambini con disabilità :-)
In questo caso, visto che il modulo gioco con torrette è nuovo, non si poteva acquistarne uno accessibile al 100%?

Naturalmente apprezziamo tantissimo l'impegno e comprendiamo che l'argomento "parco inclusivo" o "giochi accessibili e fruibili per  bambini con disabilità" è nuovo e non tutti conoscono le necessità di un bambino con difficoltà motorie. Per questo motivo invitiamo le aziende che vendono giochi per esterni a fornire ai clienti informazioni riguardo le strutture: quali sono completamente accessibili, quali solo parzialmente, quanto è importante posare un vialetto di accesso, ...

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.