31 maggio 2017

Progettare senza barriere architettoniche?

Progettare senza barriere architettoniche? Quando, come e perché? - Daniela Orlandi

Ancora oggi ci accade di osservare che la progettazione senza barriere architettoniche venga identificata da amministratori e tecnici come un tipo di progettazione “dedicata” alle persone con disabilità, ovvero concepita con soluzioni e accorgimenti rivolti espressamente, e unicamente, a soddisfare particolari esigenze legate a situazioni di disabilità funzionale. A nostro parere, si tratta di un tipo di approccio che va decisamente superato e considerato come un retaggio del passato.

Quando progettare senza barriere?
In generale dovremmo progettare sempre senza barriere ma, se ci atteniamo alle normative vigenti, i principi della progettazione accessibile si devono applicare nel momento in cui l’opera ricade nel loro campo di applicazione.

Perché progettare senza barriere?
Le soluzioni ambientali non accessibili hanno scarsa sostenibilità economica. Il costo sociale di un edificio, un servizio o una porzione di città inaccessibile lo paghiamo prima o poi tutti: quando abbiamo dei bambini piccoli, quando siamo limitati nella nostra mobilità o nella percezione a motivo di infortuni o patologie, quando invecchiamo.
E sono poco sostenibili anche le progettazioni che privilegiano spazi e componenti speciali, “per disabili”. Se tale scelta non è richiesta dal tipo di intervento o dal committente il risultato è un aumento dei costi di realizzazione e di gestione.

In conclusione uno spazio accessibile, senza barriere architettoniche, ha un elemento di valore in più rispetto agli altri: può essere utilizzato da più persone, perché è stato pensato “per tutti”, quindi anche per chi ha specifiche esigenze motorie, sensoriali o di altro tipo.
Il tutto si lega al concetto di inclusione, che si contrappone a quello di separazione…

Notizia integrale qui: http://www.progettoinclusivo.it/progetto/2017/02/progettare-senza-barriere-architettoniche-quando-come-e-perche/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Varese - A Giubiano arriva il Parco della Guaralda

E’ stato inaugurato il 30 maggio 2017 il nuovo Parco di quartiere a Giubiano, in via Guaralda.
Sono 15mila metri quadrati di area verde attrezzata e messa a disposizione dei cittadini e degli abitanti del quartiere, all’interno di una area agricola e forestale di 40mila metri quadrati complessivi.
Al taglio del nastro erano presenti l’assessore all’Ambiente, Dino De Simone, Francesca Strazzi assessore ai Quartieri e Partecipazione e i tecnici del Comune che hanno realizzato il progetto.

UNA PASSEGGIATA PER SCOPRIRLO: LA VIDEODIRETTA FACEBOOK

«Questo è un bell’esempio di parco nel quale la fruizione pubblica convive con la conservazione e il rispetto della natura. Più di due terzi del parco sono rimasti agricoli e abbiamo rispettato la tipicità dell’ecosistema locale, mettendo a dimora solo piante autoctone. I cittadini dunque avranno uno spazio all’interno del quartiere dove trascorrere del tempo con i propri figli, fare sport, una passeggiata e leggersi un libro».
Il parco è stato realizzato pensando agli abitanti del quartiere, alle famiglie, agli sportivi e ai bambini che potranno trovare giochi e divertimenti. Le attrezzature per i bambini sono state realizzate tutte in legno dall’artista ossolano Barba Brisiu, che ha regalato, come protettore e mascotte del parco, anche un gufo intagliato che campeggia sui giochi. I giochi hanno tutti forme che richiamano la natura e l’ecosistema del luogo e sono state realizzate in legno massello di robinia, rovere e larice.

Il parco è stato dotato infatti di attrezzature ginniche per svolgere attività fisica: alcuni di loro consentono anche le attività alle persone disabili. Sia l’area giochi che il percorso per gli sportivi è stato pensato per tutti, e quindi molte attrezzature presenti sono adatte anche all’utilizzo da parte di persone disabili, e una parte del circuito è stato battuto in modo che anche le carrozzine lo possano percorrere senza difficoltà.

Notizia integrale qui: http://www.varesenews.it/2017/05/a-giubiano-arriva-il-parco-della-guaralda/625483/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

30 maggio 2017

Roma - Seminario progettazione Universale: la teoria e la pratica

Dalle Barriere architettoniche all’Universal Design: obblighi professionali, norme, criteri progettuali e casi studio” in calendario a Roma il 26 giugno, alla Casa dell’Architettura dalle ore 14.00 alle 19.00, (Piazza Manfredo Fanti 47, Roma). L’evento formativo è organizzato dall’Osservatorio Accessibilità e Universal Design dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e Provincia e ha ottenuto il Patrocinio di Roma Capitale.
Rivolto agli Architetti, il seminario ha l’obiettivo di inquadrare il corretto approccio alla Progettazione Universale (Universal Design) partendo dal quadro normativo e affrontando via via i criteri e le linee guida fino ad analizzare alcune soluzioni progettuali e realizzazioni di spazi, edifici e componenti, sia pubblici che privati aperti al pubblico.

Notizia integrale qui: http://www.progettoinclusivo.it/progetto/2017/05/dalle-barriere-architettoniche-alluniversal-design-la-teoria-e-la-pratica-seminario-alla-casa-dellarchitettura-in-roma/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Potenza: nuovi giochi per tutti in città

“E’ stata completata la riqualificazione della prima area attrezzata per bambini presente nel parco dell’Europa Unita nel rione di Poggio Tre Galli. Nelle prossime settimane saranno completati gli interventi nelle altre aree”. Questo quanto afferma il vicesindaco Sergio Potenza.
“La riqualificazione delle aree attrezzate prevede l’installazione di giochi inclusivi per i bambini con disabilità. I cinque interventi – prosegue l’assessore alle Opere pubbliche – ricadenti nel perimetro urbano ed extraurbano del capoluogo saranno realizzati grazie al finanziamento di 500.000 mila euro. Giuliano, Avigliano Scalo, Macchia Giocoli, Poggio Tre Galli e Francioso le zone interessate”.
“Sin dalla progettazione i validi tecnici comunali del settore lavori pubblici hanno pensato all’inclusività dei bambini con disabilità. Insomma un modo corretto per tutelare la convivenza in una società civile e provare a contrastare quelle barriere che ostacolano la partecipazione di tutti alla vita sociale”, così conclude il vicesindaco Potenza.
Notizia integrale qui: http://www.comune.potenza.it/?p=21818

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Teggiano: inaugurata l’altalena per bambini disabili nel Centro Sportivo Dianolandia

Si è tenuta ieri, presso il Centro Sportivo Dianolandia di Prato Perillo, (Teggiano - Salerno), l’inaugurazione di una giostra inclusiva donata al Comune di Teggiano dal Rotaract Club Sala Consilina-Vallo di Diano.
La giostra, un’altalena a cestone, è la prima nel suo genere nella provincia di Salerno e consentirà la fruizione ai bambini diversamente abili, che potranno giocare in una atmosfera di serenità e senza barriere architettoniche.
“L’amministrazione comunale si è subito mostrata entusiasta del progetto – ha concluso Michele Di Candia, Sindaco di Teggiano – che consentirà a tutti i bambini di partecipare a pieno e senza vincoli di tipo architettonico alla vita sociale del nostro paese”.
Notizia integrale qui: http://www.ondanews.it/teggiano-inaugurata-laltalena-bambini-disabili-nel-centro-sportivo-dianolandia/

Bel gesto quello del Rotaract Club Sala Consilina - Vallo di Diano che non ha scelto la solita altalena per utenti in carrozzina ma un'altalena sulla quale possono salire contemporaneamente bambini normodotati e con disabilità. Il Comune però poteva anche realizzare un vialetto di accesso al gioco perché abbattere le barriere significa poter raggiungere il gioco con facilità e la terra battuta non è certo il terreno ideale per persone con ridotta capacità motoria che si spostano grazie a vari ausili come la carrozzina.
E magari due piastrelle antitrauma sotto al gioco si potevano installare, no?

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

29 maggio 2017

Ribera: Vandali danneggiano il parco giochi

Ribera. Danneggiato, forse di notte, il parco giochi che si trova collocato da meno di due anni nella piazzetta Fermi, proprio dietro l’Hotel Miravalle, dove a subire i danni sono state la giostra e in parte l’altalena, sulle quali quasi quotidianamente si divertivano non solo i ragazzi del quartiere, ma anche giovani provenienti da altre aree urbane e soprattutto i bambini diversamente abili di alcune associazioni locali accompagnati dai volontari e dai loro familiari.
La giostra è stata danneggiata con la rottura della barra che permette all’attrezzatura gioiosa di potere girare.

Notizia integrale qui: http://ripost.it/2017/05/29/ribera-vandali-danneggiano-il-parco-giochi-per-bambini-diversamente-abili/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Bergamo - Seminario "Spazi verdi per tutti"

Bergamo - Seminario "Spazi verdi per tutti"







Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Progetto Paese Città accessibili a tutti. Buone pratiche delle città accessibili a tutti a cura di Iginio Rossi

Le esperienze provengono dal call for papers lanciato a Urbanpromo, novembre 2016, e chiuso a marzo 2017.
Il loro primo confronto, nel work shop alla Biennale dello Spazio Pubblico 2017, consente di affrontare indirizzi e orientamenti per le politiche integrate che saranno approfondite con altre iniziative del programma biennale INU “Progetto Paese Città accessibili a tutti” che si concluderà nel 2018.
La raccolta mostra un raggruppamento eterogeneo che costituisce la base dalla quale occorre partire per costruire politiche integrate che comunemente vengono indicate quale principale carenza del nostro sistema nonché responsabili, con la loro inefficacia, della purtroppo ancora diffusa e malaugurata opinione che la azioni sull’accessibilità riguardano la categoria dei disabili e si risolvono con l’eliminazione delle barriere architettoniche.
Notizia integrale  e link a tutte le proposte qui: http://www.urbanisticainformazioni.it/Progetto-Paese-Citta-accessibili-a-tutti.html

- Area giochi inclusiva nel Parco Fellini a Rimini. Parco giochi per tutti i bimbi "tutti a bordo!" PARCO FEDERICO FELLINI - RIMINI http://www.urbanisticainformazioni.it/IMG/pdf/scheda_area_giochi_inclusiva.pdf

- Un parco giochi inclusivo per il comune di Monterotondo. Progettazione dal basso per l’accessibilità ed il diritto al gioco. MONTEROTONDO (RM) http://www.urbanisticainformazioni.it/IMG/pdf/scheda_parco_giochi_inclusivo.pdf

- Spazi gioco bimbi. Avviso pubblico per la presentazione di progetti per la riqualificazione e il decoro urbani di spazi pubblici all’aperto destinati al gioco dei bambini. UMBRIA http://www.urbanisticainformazioni.it/IMG/pdf/scheda_spazi_giochi_bimbi.pdf


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Un parco per educare e integrare

Trasformare un parco in stato di abbandono in un luogo di incontro e aggregazione per favorire l’inclusione sociale. È l’obiettivo del progetto ideato dall’associazione Genitori Casa del Sole con il sostegno della Fondazione Comunità Mantovana, che prevede la riqualificazione del parco Cecilia, a Montanara.
«L’idea nasce dalla volontà di creare uno spazio verde che abbia una funzione educativa e di integrazione - spiega la Amadei - non sarà solo un parco per disabili ma un polo sociale e un punto di incontro per tutti».

Notizia integrale qui: http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2017/05/28/news/un-parco-per-educare-e-integrare-1.15409226

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

25 maggio 2017

Nuovo parco giochi inclusivo a La Calamita: “Uguaglianza concreta fra tutti i bambini"

Un nuovo parco giochi per tutti, il Centro di Aggregazione La Calamita è riuscito a raggiungere anche questo traguardo. La onlus di Fucecchio inaugurerà sabato 27 maggio alle 16 il nuovo spazio in piazza Salvo d’Acquisto dedicato a Mario Marianelli. Sarà uno spazio inclusivo nel vero senso della parola: nessun tipo di barriera architettonica e giostre, dondoli e altalene per ogni bambino, col fine di abbattere anche le barriere della diversità.
Il parco, grande circa 220 metri quadrati ha una pavimentazione con due strati di gomma colorata e presenta anche dei tavoli appositi con lo spazio per le carrozzine. I giochi sono i veri protagonisti, troviamo un castello con gli scivoli dotato di rampe e pannelli sensoriali per renderlo accessibile a chiunque, inoltre ci saranno un tappeto elastico, due altalene, un dondolo e un girello in modo tale che tutti i bambini possano divertirsi senza distinzioni.

Notizia integrale qui: http://www.gonews.it/2017/05/25/parco-giochi-inclusivo-disabili-fucecchio-la-calamita-onlus/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Bilancio partecipato Vicenza

Vicenza. Dopo l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno, il Comune di Vicenza ripropone il Bilancio Partecipativo anche per il 2017. Il Bilancio Partecipativo è un’importante occasione per progettare gli interventi per la città, affidando direttamente ai cittadini la possibilità di decidere come destinare una parte delle risorse del bilancio per le opere pubbliche attraverso un percorso partecipato in cui singoli, gruppi e associazioni possono proporre idee e progetti da tradurre successivamente in interventi concreti per la riqualificazione di spazi pubblici nei quartieri interessati.
Le risorse destinate al Bilancio Partecipativo vengono aumentate da 300.000 euro, stanziati per il 2016, a 400.000 euro per il 2017; ogni progetto, inoltre, deve avere un importo compreso tra i 30.000 euro e i 150.000 euro lordi; infine, è prevista l'organizzazione di tavoli di lavoro partecipati per consentire ai cittadini di condividere fra loro idee e progetti.
Progetti ammessi al voto: http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipgenpers/risorseumane/decentramento/bilanciopartecipativo.php/progetti_ammessi_al_voto

Dal 25/05/17 è possibile votare e tra i progetti è presente la proposta di realizzazione di un parco giochi inclusivo "DENTRO TUTTI...NESSUNO ESCLUSO. Un parco per tutti, normodotati e disabili, assieme per crescere e interagire": http://www.comune.vicenza.it/file/173104-Dentro_tutti_Nessuno_escluso.pdf

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

24 maggio 2017

Nuovi giochi a Nonantola

Nonantola (Modena).
Ha avuto avvio lunedì 22 maggio, il programma di miglioramento ed implementazione della dotazione di giochi ludici presso i parchi del territorio di Nonantola: il programma prevede la sostituzione e la riqualificazione di parte delle attrezzature esistenti. Le operazioni di montaggio sono cominciate nel parco principale del paese, il parco della Pace, all’interno del quale verranno installati tre nuovi giochi, di cui uno per i bambini più piccoli e due dedicati all’inclusività motoria e ludica dei bimbi con disabilità.
I giochi installati, infatti, permetteranno anche ai bambini con limitate capacità motorie di giocare in compagnia degli altri, in quanto i giochi acquistati sono stati progettati seguendo i criteri di massima inclusività..
Notizia integrale qui: http://www.reggio2000.it/2017/05/24/nuovi-giochi-per-i-parchi-di-nonantola/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Santarcangelo: giochi per i bambini malandati e abbandonati

Santarcangelo di Romagna (Rimini). A puntare il dito contro l'amministrazione comunale di Santarcangelo è il Movimento 5 Stelle che, in un comunicato stampa, denuncia la mancata manutenzione e il degrado dei parchi pubblici della città. In queste ultime settimane abbiamo fatto un censimento della aree verdi e giardini pubblici, e per citare solo le situazioni più gravi, facciamo un piccolo elenco:
- giardinetti di Via Orsini, fino ad un paio di anni fa c’erano una altalena ed uno scivolo, che poi sono stati rimossi, ad oggi rimane solo un bel rettangolo di terra.
- Parco Francolini, gli scivoli sono chiusi da mesi, la giostra vicino alla fontana è sparita l’anno scorso, ed anche di questa rimane solo un bel rettangolo di terra, l’halfpipe (pista da skateboard) ad oggi è nient’altro che un enorme bidone di legno marcio, viene infatti usato come contenitore per l’immondizia.
- Parco Spina, le altalene portano un bel cartello ‘in manutenzione’, e l’altro gioco per arrampicarsi versa in condizioni pessime, con addirittura delle viti arrugginite esposte, pericolose anche queste per i bimbi.
- Giardinetti di Via Falcone, anche qui abbiamo altalene con un bel cartello ‘in manutenzione’ esposto da mesi.
- Il gioco inclusivo del Parco Clementino, o quel che ne rimane, chiuso con un bel nastro e fermo da mesi anche quello".
Immagine http://www.santarcangelo5stelle.it
Facciamo presente che parliamo di aree verdi pubbliche, di parchi dove far giocare i nostri bambini, e facciamo presente anche che ormai Maggio è passato, ed il periodo di reale utilizzo d queste aree è maggio, giugno, e settembre. Vogliamo aspettare l’autunno per rimettere in sesto queste aree?"

Notizia integrale qui: http://www.riminitoday.it/politica/la-denuncia-dei-grillini-mancata-manutenzione-e-degrado-nei-parchi-pubblici.html


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

21 maggio 2017

Inaugurazione parco a Castenaso

Giovedì 25 maggio, ore 17.30 - Inaugurazione dei giochi inclusivi al Parco Grandi: adatti alle capacità di ciascun bimbo!
Nuovi giochi al parco Grandi di Castenaso. Da alcuni giorni sono state installate alcune attrezzature ludiche nell'area verde di via Galilei, inclusive in quanto idonee al divertimento dei bimbi di ogni età e capacità.
L'acquisto è reso possibile grazie alla fattiva collaborazione tra Comitato Commercianti Castenaso Com-Com, Proloco Castenaso e Comune di Castenaso.
Notizia integrale qui: https://www.comune.castenaso.bo.it/news/giovedi-25-maggio-ore-17-30-inaugurazione-dei-giochi-inclusivi-al-parco-grandi-per-le-capacita-di-ciascun-bimbo

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

20 maggio 2017

Premio Andersen - Francesco Tonucci

La rivista ANDERSEN annuncia i vincitori della 36ma edizione del PREMIO ANDERSEN, il più ambito riconoscimento attribuito ai libri per ragazzi, ai loro autori, illustratori ed editori: un’occasione per riflettere sull’annata editoriale con un’attenzione particolare alle produzioni più innovative e originali. 
Protagonisti della cultura per l’infanzia – Frato Francesco Tonucci
Per cinquant’anni di vita artistica che lo hanno condotto sulla scena internazionale come uno dei più brillanti e celebri vignettisti italiani. Per avere accompagnato, con garbo, efficacia e ironia, la storia recente della nostra scuola, della quale ha saputo raccontare miti e mode, speranze e disillusioni. Per l’impegno pedagogico e civile interamente dedicato al rispetto e alla dignità dell’infanzia, ai suoi diritti, al suo immaginario, alla sua divergenza.
Notizia integrale qui: http://www.andersen.it/vincitori2017/

Francesco Tonucci ha scritto un bellissimo libro riguardo un progetto sposato da diverse città italiane ed estere: La città dei bambini.
Il progetto "La città dei bambini" nasce a Fano nel maggio 1991.
Rifiutando una interpretazione di tipo educativo o semplicemente di supporto ai bambini, il progetto si è dato fin dall'inizio una motivazione politica: operare per una nuova filosofia di governo della città assumendo i bambini come parametri e come garanti delle necessità di tutti i cittadini. Non quindi un maggior impegno per aumentare le risorse e i servizi a favore dell'infanzia, ma per una città diversa e migliore per tutti, in modo che anche i bambini possano vivere un'esperienza da cittadini, autonomi e partecipanti. Il progetto si fonda su diverse motivazioni, tra cui le più importanti e significative sono sintetizzate qui di seguito.
Notizia integrale qui: http://www.lacittadeibambini.org/progetto/motivazioni.htm

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

19 maggio 2017

Qual è il gioco che non dovrebbe mai mancare in un parco?


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Giochi inclusivi parco di Cisternino

Cisternino (Brindisi). L’Amministrazione Comunale ed il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Cisternino invitano la cittadinanza all’inaugurazione del Parco Giochi nella Pineta Comunale di via San Quirico.
Notizia integrale qui: http://www.cisterninonotizie.it/cisternino-inaugurazione-parco-giochi-inclusivo-della-pineta-di-via-san-quirico/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

17 maggio 2017

Cosa significa progettazione dell’accessibilità?

Da oltre trent’anni il tema dell’accessibilità è affrontato da normative che ne regolamentano in modo anche molto preciso il campo di applicazione. A partire dagli anni Settanta in Europa e negli Stati Uniti è stato elaborato un approccio progettuale affinché gli interventi sugli spazi, sugli oggetti e sui servizi siano effettuati con lo scopo che il maggior numero possibile di persone, includendo le generazioni future, indipendentemente dall’età, dal sesso, dalle capacità e dal background culturale, possa partecipare alla costruzione della società avendo pari opportunità nelle attività economiche, sociali, culturali e ricreative, tutto ciò con il massimo dell’autonomia possibile. 

Il Design for All è un approccio globale alla progettazione, volto a modellare l’ambiente considerando le capacità e le esigenze di tutti i possibili utenti, adulti e bambini, persone anziane, disabili motori o sensoriali. Il progetto secondo i criteri del Design for All* supera i limiti del progettare senza barriere, ponendo la questione non in termini negativi (come l’eliminazione di qualcosa) bensì piuttosto come la proposizione di nuove soluzioni di qualità, e in questo modo esce dall’idea di un approccio limitato e stigmatizzante rivolgendosi a un’utenza ampia.

La progettazione accessibile interessa ben più degli edifici in senso stretto, riguarda gli spazi urbani, gli spazi verdi e i parchi, gli spazi per la mobilità e i mezzi di trasporto, gli spazi pubblici e gli edifici storici, e gli spazi della casa, …
Un luogo comune da sfatare è l’idea che il progettare in modo accessibile rappresenti un vincolo che determina soluzioni di scarsa qualità architettonica. La pratica dimostra proprio il contrario.

L’accessibilità è una caratteristica degli edifici, delle città, degli oggetti, dei servizi, che va risolta dal progettista, sia esso architetto, ingegnere o designer, con soluzioni che devono appartenere al suo bagaglio culturale, fatto di inventiva, capacità d’uso dei materiali, conoscenza dei bisogni e delle caratteristiche dell’utenza, rispetto delle normative di settore ecc.

Notizia integrale qui: http://www.ingegneri.info/news/edilizia/cosa-significa-progettazione-dellaccessibilita/

* Principi del Design for All
- Equità - uso equo: utilizzabile da chiunque.
- Flessibilità - uso flessibile: si adatta a diverse abilità.
- Semplicità - uso semplice ed intuitivo: l'uso è facile da capire.
- Percettibilità - il trasmettere le effettive informazioni sensoriali.
- Tolleranza all'errore - minimizzare i rischi o azioni non volute.
- Contenimento dello sforzo fisico - utilizzo con minima fatica.
- Misure e spazi sufficienti - rendere lo spazio idoneo per l'accesso e l'uso.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Seminario "Spazi Verdi per Tutti”

Venerdì 19 maggio 2017 dalle ore 14 alle 18, all'auditorium del Liceo Mascheroni via Alberico da Rosciate a Bergamo, si terrà il seminario di studio "Spazi Verdi per Tutti” a cura della Provincia di Bergamo, dell'Ordine degli Ingegneri, del Collegio dei Geometri e Geometri laureati e dell'Ordine degli Architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori su iniziativa della Commissione consultiva per l'abbattimento e il superamento delle barriere architettoniche della Provincia di Bergamo, in collaborazione con l'associazione Bergamo AAA.
Il seminario è rivolto a liberi professionisti, architetti, geometri, ingegneri, periti edili, costruttori, tecnici comunali, amministratori locali, insegnanti e rappresentanti del Terzo Settore. Il tema delle barriere architettoniche e della loro rimozione verrà affrontato focalizzando l’attenzione sugli spazi verdi e la loro fruizione, attraverso alcuni esempi di eccellenza sul tema: il parco inclusivo di Lissone “Liberi tutti” ed il giardino inclusivo Trauttmansdorf di Merano. Le due esperienze verranno illustrate, rispettivamente, dal tecnico comunale del Comune di Lissone Emanuela Sanvito e dal progettista Manfred Ebner.

Notizia integrale qui: http://www.montagneepaesi.com/mp/index.php/notizie/4007-spazi-verdi-per-tutti-seminario-sulle-barriere-architettoniche-l-accessibilita-negli-spazi-naturali

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

16 maggio 2017

Progettazione del primo parco inclusivo di Reggio Emilia

Il grande parco cittadino del Noce Nero sta per divenire il primo parco inclusivo di Reggio Emilia.
Tanti attori, coordinati da CRIBA, ne hanno costruito un giocoso puzzle di idee progettuali, frutto di osservazioni, riflessioni, analisi, attività  degli alunni ed insegnanti di alcune scuole.
Idee e desideri emersi sono diventati la base di un progetto che, cogliendo e coordinando le varie sollecitazioni, ne ha effettuato una sintesi, per rendere il parco del Noce Nero non solo il primo parco inclusivo della città, ma anche un esempio di come la volontà, l’ impegno, la partecipazione possano “muovere le montagne” e rendere attuali le idee migliori.
Il 4 maggio sono stati presenti il percorso e le possibili “suggestioni”, relative agli accessi, alle strutture, ai materiali, al logo, agli spazi, per rendere il parco, nonostante la complessa articolazione, bello, fruibile a tutti, unico.
L’area ludico riabilitativa, una vera e propria palestra all’aperto, per camminare nell’ambiente in un sistema di “isole”, poi quella gioco-natura, per giocare con complicità, a contatto con l’ambiente naturale e con curiosità.

Notizia integrale qui: http://www.cittasenzabarriere.re.it/storie/nuova-storia/la-progettazione-del-primo-parco-inclusivo-di-reggio-emilia-presentazione-del-progetto/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

15 maggio 2017

Desio, la giunta svela gli investimenti per i prossimi tre anni

Desio (Monza e Brianza). Buone notizie per i cittadini di Desio, infatti il Comune guidato da Roberto Corti ha ufficializzato che per il triennio 2017/2019 ci sarà una vera e propria “pioggia” di investimenti. E’ stata infatti presentata in Consiglio Comunale la prima variazione al Bilancio di Previsione 2017-2019. Tra le voci più importanti di questa variazione c’è l’intervento su sport e i parchi gioco. Per questa missione l’Amministrazione ha aggiunto a Bilancio ben € 209.500 di cui circa € 100.000 saranno destinati alla realizzazione del primo vero parco giochi inclusivo della nostra città. “Siamo consapevoli delle necessità della nostra comunità. La realizzazione di un parco inclusivo era una esigenza emersa anche durante il percorso del bilancio partecipativo e in quell’occasione non andata a buon fine. Appena ci si è presentata l’opportunità di investirci risorse proprie, l’abbiamo colta”- puntualizza il Sindaco Roberto Corti.roberto corti sindaco desio Altre risorse verranno destinate alla tutela e valorizzazione dell’ambiente attraverso interventi al parco di via Agnesi, alla manutenzione del parco di Villa Tittoni e a varie opere di rimboschimento;
Notizia integrale qui: https://www.mbnews.it/2017/05/desio-la-giunta-svela-gli-investimenti-per-i-prossimi-tre-anni/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

14 maggio 2017

Giochi accessibili?

Di ieri la notizia dell'installazione di due nuovi giochi in un parco cittadino. Due giochi dichiarati accessibili, installati appositamente, (accanto a giochi preesistenti), per permettere anche ai bambini con disabilità di giocare. Uno dei giochi è stato acquistato grazie ad un'associazione di volontariato.
I giochi sono stati installati su terra/prato e nelle immagini che sono state diffuse sui social non sono visibili vialetti di accesso. Non solo: uno dei due giochi non è stato installato a livello terra quindi risulta inaccessibile agli utenti in carrozzina. L'unica soluzione è sollevare la carrozzina e posizionarla sulla pedana che si trova a circa 20 cm di altezza dal suolo.

L'accessibilità? Andata a farsi friggere. Però su testate giornalistiche online e siti vari è stata riportata la notizia dell'installazione di due giochi accessibili a tutti... I giochi potranno anche essere accessibili, (che significa che bambini con disabilità possono utilizzare questi giochi), ma deve essere garantita anche l'accessibilità al gioco tramite corretta installazione e vialetti.

L'accessibilità è la caratteristica di un dispositivo, di un servizio, di una risorsa o di un ambiente d'essere fruibile con facilità da una qualsiasi tipologia d'utente. 
Il termine è comunemente associato alla possibilità anche per persone con ridotta o impedita capacità sensoriale, motoria, o psichica, di accedere e muoversi autonomamente in ambienti fisici...
(Fonte Wikipedia)

I "giochi accessibili a tutti" lo sono nel momento in cui è garantita l'accessibilità. Non dimentichiamocene! Come cittadini dobbiamo pretendere dalle amministrazioni comunali che venga garantita l'accessibilità perché esistono leggi sull'abbattimento delle barriere che devono essere rispettate proprio perché tutti i cittadini hanno gli stessi diritti ovvero poter frequentare e fruire dei luoghi pubblici! Non dobbiamo accontentarci, l'installazione di giochi accessibili a tutti non è un favore, un regalo speciale, deve essere la normalità visto che il gioco è un diritto, (sancito dalla Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia), ed esistono leggi che impongono l'abbattimento delle barriere.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

13 maggio 2017

Lo sviluppo dell’equilibrio nei bambini attraverso il gioco libero all’aperto

Parliamo ancora dell’importanza del movimento e del gioco libero e attivo all’aperto. Si sa che giocare fa bene e che muoversi è importante per i bambini, ma sarà sorprendente scoprire quanto profondamente la quantità e qualità del movimento e delle esperienze sensoriali condizionino sin dalla nascita tutto lo sviluppo della persona; non solo dal punto di vista del benessere fisico, ma anche da quello del giusto grado di maturazione emotiva, cognitiva, comportamentale e immunitaria.
...
A. Jean Ayres ha dedicato tutta la vita alla ricerca sull’integrazione sensoriale, con particolare attenzione al sistema vestibolare. Ha affermato: “Il sistema vestibolare è il sistema unificante. Tutti gli altri tipi di sensazioni vengono elaborati in relazione all’informazione essenziale che è quella vestibolare…Quando il sistema vestibolare non funziona in modo coerente e accurato, l’interpretazione delle altre sensazioni sarà incoerente a sua volta e poco accurata, ...
Vista la mancanza di opportunità di muoversi in modo efficace, oggi molti bambini vanno in giro con un sistema vestibolare poco sviluppato. Il risultato? Agitazione, lacrime di frustrazione, cadute frequenti, aggressività e problemi di attenzione.
I bambini sviluppano un forte senso vestibolare se hanno frequenti opportunità di muoversi – soprattutto attività che contrastino la gravità.
Sono le attività che incoraggiano i bambini ad abbandonare la posizione verticale che stimolano rapidamente l’orecchio interno. È di immenso beneficio stare a testa in giù, fare giravolte, capriole e oscillare.
Nel nuovo libro di Angela Hanscome Giocate all'aria aperta troverete molti altri approfondimenti sul sistema vestibolare, su come promuoverne lo sviluppo e sulla sua importanza per l’integrazione generale delle abilità motorie e intellettive, insieme, naturalmente, a tutti gli altri sei sensi.

Notizia integrale qui: http://www.bambinonaturale.it/2017/01/gioco-libero-all-aperto-e-sviluppo-equilibrio-nei-bambini/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

11 maggio 2017

Un'altalena rende inclusivo un parco?

San Piero a Sieve (Firenze).  Nuovo look all’insegna dell’accessibilità per i giardini pubblici in via Don Minzoni a San Piero a Sieve. Il sindaco Federico Ignesti ha tagliato il nastro al primo parco giochi inclusivo del Mugello, un progetto di rinnovamento del giardino che ha permesso di acquistare una casetta, uno scivolo, un gioco con le corde, quello della campana, uno per disabili e un’altalena che consentirà ai bambini di divertirsi insieme indipendentemente dalle loro capacità motorie.
Notizia integrale qui: http://www.ilfilo.net/inaugurato-il-primo-parco-giochi-inclusivo-del-mugello-a-san-piero/
Immagini Il Filo Idee e Notizie dal Mugello
Quello che ci piacerebbe fosse compreso da tutte le persone è il concetto di inclusione e parco giochi inclusivo. Inclusivo significa per tutti. Includere significa accogliere, aggiungere, inserire, chiudere dentro: mettere tutte le persone all’interno dello stesso cerchio/gruppo. Inserire un'altalena per carrozzine accanto a giochi classici non accessibili e fruibili a bambini con disabilità, (perché dotati di scale, corde di arrampicata, ingressi troppo stretti o privi di vialetti che permettono di raggiungere il gioco stesso), non significa affatto realizzare un parco inclusivo perché il risultato sarà:
- gruppo di bambini "normodotati" che gioca sulle strutture classiche
- bambino con disabilità che gioca da solo sull'altalena a lui riservata, (ricordiamo che non può essere utilizzata da tutti ma solamente da utenti in carrozzina).
Questa si chiama integrazione e oggi, per fortuna, in ogni ambito sociale si aspira invece all'inclusione. Come se un bambino con disabilità fosse accettato a scuola ma inserito in una classe speciale e non insieme a bambini normodotati. Integrazione, non inclusione.
Ecco, ci piacerebbe che le parole utilizzare, "parco inclusivo" venissero associate a veri parchi gioco inclusivi ovvero luoghi dove sono installati giochi il più possibile accessibili fruibili a tutti i bambini. Non tutti i giochi devono essere accessibili, è assolutamente corretto inserire giochi come reti di arrampicata che non sono fruibili a bambini in carrozzina o strutture dotate di scale ma con l'accortezza di inserire un numero sufficiente di attività fruibili a tutti. Decidiamo di installare l'altalena? Sarà facile prevedere un seggiolino classico e uno con schienale e/o imbragatura. Scegliamo i giochi a molla? Uno classico e uno con protezioni laterali e schienale. Scegliamo una casetta? Possiamo optare per un modello con ingresso sufficientemente largo da permettere l'accesso anche alle carrozzine, ...
Sicuramente alcuni dei giochi potranno non essere accessibili a tutti ma la proporzione non può essere 1 gioco accessibile a utenti in carrozzina e 4/5 fruibili solo a chi non ha alcun tipo di disabilità. Noi non smetteremo mai di chiarire questo concetto! La sola altalena per utenti in carrozzina, (e i bambini con disabilità motoria che non usano la carrozzina?), non può rendere inclusivo un parco!

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

8 maggio 2017

Nuovi giochi al parco Iqbal a Campi Bisenzio

Campi Bisenzio (Firenze). Sabato 13 Maggio alle ore 11 al Parco Iqbal, verranno inaugurati Giostrandola e Multibilico, due giochi inclusivi donati alla comunità di Campi Bisenzio dall'associazione Cui I Ragazzi del Sole.
Il gruppo di famiglie di Campi Bisenzio dell'associazione crede fortemente nell'importanza dell'inclusione dei bambini con disabilità nelle varie attività sociali ad iniziare dal gioco; a tale scopo è stato acquistato il multibilico. L'altra installazione è stata curata dal Comune di Campi Bisenzio.
"Ben venga - dicono il Sindaco Emiliano Fossi e l'assessore al Nuovo Welfare di Comunità - la collaborazione con associazioni e privati per far fronte ai tanti bisogni e alle tante necessità del territorio.".

Notizia integrale qui: http://met.cittametropolitana.fi.it/news.aspx?n=243493

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

6 maggio 2017

Vergato, giochi fruibili anche da bambini con disabilità?

30/04/2017 Vergato (Bologna). Inaugurato l’ampliamento del parco giochi nelle adiacenze del Centro Sociale Polivalente “ Franco Nanni” di Vergato con intitolazione in memoria di Marco Fabbri.
Il Comitato di Gestione del Centro, oltre alle varie richieste e sollecitazioni da parte di genitori e nonni, tenuto conto che i giochi installati a suo tempo non potevano essere utilizzati anche dai bambini disabili, all’unanimità, ha deciso di far ristrutturare i giochi esistenti ma in particolare ampliare il parco con l’inserimento di 4 giochi fruibili anche dai suddetti bambini e provvedendo direttamente all’acquisto con una quota proveniente da un lascito del precedente Presidente Marco Fabbri.
Notizia integrale qui: http://vergatonews24.it/2017/04/30/inaugurato-il-parco-giochi-marco-fabbri/

Purtroppo, come in tanti altri casi di riqualificazioni o acquisto nuovi giochi fruibili anche da parte di bambini con disabilità non si tiene conto dell'accessibilità. Un gioco utilizzabile anche da parte di bambini con disabilità motoria deve poter essere raggiungibile, possibilmente in autonomia, grazie a vialetti e fondo del parco liscio e pianeggiante. Il prato non può essere considerato un terreno adatto alla facile percorribilità da parte di utenti in carrozzina o da chi ha difficoltà a camminare.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Giardino inclusivo Figline



Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Restyling parco Faraggiana

Albissola Marina (Savona) -
Assessore ai lavori pubblici e al verde Luigi Silvestro: “Il nuovo parco Faraggiana completamente riqualificato è diventando l’area verde attrezzata comunale più frequentata dai cittadini e famiglie. L’area ha grandi dimensioni, circa 3500 metri quadrati ed è dotata di nuove strutture gioco e arredi; giochi a molla e altalene e un grande gioco multifunzione inclusivo a torrette combinate, accessibile in parte anche a bambini diversamente abili posato su pavimentazione antitrauma”.
Notizia integrale qui: http://www.ivg.it/2017/05/albissola-boom-presenze-nel-parco-faraggiana-restyling/
Evidentemente, purtroppo, i bambini con disabilità devono accontentarsi di giocare a livello terra con i pannelli. Difficile per noi comprendere come mai, visto che si è trattato di un restyling, non si è cercati di garantire più attività per tutti.
Noi siamo molto severe, lo ammettiamo, però nel caso di un nuovo parco giochi o dell'acquisto di nuovi giochi per un parco dove sono già presenti strutture ludiche ci aspettiamo il massimo risultato ovvero la scelta di un gioco il più accessibile e fruibile per tutti i bambini. Purtroppo in questo parco, (abbiamo potuto visionare le foto presenti in rete), i bambini con disabilità motorie potranno utilizzare una piccolissima parte della struttura gioco. Perché non pensare a tutti e scegliere uno scivolo accessibile?

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Ravenna: festa, giochi e conferenza alla Rocca Brancaleone

Domenica 7 maggio, dalle 10 alle 17.30 circa (con pausa alle 12 e ripartenza alle 15.30) si svolgerà una giornata di festa e di giochi per adulti e per bambini, grazie alla collaborazione di tante associazioni cittadine.

Il pomeriggio un momento molto importante, con la conferenza dedicata ai parchi inclusivi condotta da Fabio Casadei, designer di parchi cittadini, realizzatore del parco inclusivo “Tutti a bordo” di Rimini.
Notizia integrale qui: http://www.ravennanotizie.it/articoli/2017/05/04/giornata-di-pulizie-con-festa-e-giochi-alla-rocca-brancaleone.html
Pagina facebook L'Amata Brancaleone: https://www.facebook.com/lamatabrancaleone/
Pagina facebook Fabio Casadei Designer: https://www.facebook.com/Fabio.Casadei.Designer/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

5 maggio 2017

A scuola senza sport

La capriola ormai è un problema serio. «In prima media — racconta Sergio Dugnani, docente di Scienze del Movimento all’Università di Milano — due ragazzi su tre non sanno eseguire una capovolta in avanti: si bloccano, contorcono, accasciano su un fianco. Un tempo la capovolta si apprendeva in maniera naturale giocando, tra i 6 e gli 8 anni, dopo aver imparato a rotolare e strisciare. Doverla insegnare a ragazzi di 11-12 anni che pesano già 40 chili significa recuperare un ritardo». Rincara la dose Annalisa Zapelloni, decano dei docenti di educazione fisica romani: «La scomparsa del gioco di strada ha provocato danni incalcolabili. Chi non si è mai arrampicato su un albero o su un muro non ha forza nelle braccia e nelle gambe ed è privo del senso dell’equilibrio. Vedo ragazzini in difficoltà se chiedi loro di saltare a piedi pari una riga disegnata sul pavimento. Non sono disabili: semplicemente non l’hanno mai fatto».
Continuando così, nel 2020 bambini e adolescenti italiani raggiungeranno il grado zero delle capacità motorie.
«Tanti quindicenni — spiega Mario Bellucci, tra gli autori dello studio — non sanno andare in bici. Di correre non se ne parla, il camminare è ridotto a pochi metri al giorno. Il livello di mineralizzazione delle ossa si abbassa: non è un caso che a scuola tanti ragazzi siano perennemente infortunati. La loro muscolatura è così poco tonica da creare problemi di postura: dopo pochi minuti in piedi devono sedersi. Sono stanchi». Adolescenti col fisico da anziani.

Notizia integrale qui: http://www.corriere.it/sport/17_maggio_01/a-scuola-senza-sport-due-ragazzi-tre-non-sanno-fare-capriola-deficit-sportivo-scolastico-36cb75fc-2de3-11e7-b8fc-9ab855dcd23a.shtml

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Bando Puglia

Arriva un importante provvedimento a favore dei Comuni pugliesi al fine di sostenere progetti per adeguare o realizzare parchi giochi anche per bambini con disabilità.
"I Comuni pugliesi (con più di 30mila abitanti) che abbiano adeguato - o che intendano farlo - i parchi gioco comunali alle esigenze dei bambini con disabilità, potranno far affidamento su una partecipazione regionale alla spesa".
Lo dice l'assessore all'assetto regionale del territorio, Annamaria Curcuruto, che aggiunge: "In pratica, i Comuni che nel corso del 2016 abbiano già acquistato ed attivato (o semplicemente che vogliano farlo, ) giostre inclusive, utilizzabili quindi anche dai bimbi con difficoltà motorie, sensoriali, intellettive o di altro genere, potranno partecipare allo specifico Bando di gara previsto dalla L.R. 23 del 9 agosto 2016:
"Quest'anno, continua l'assessore Curcuruto, abbiamo disponibile una dotazione di 150mila euro: ogni Comune che parteciperà al Bando potrà ricevere un massimo di 10mila euro che terrà conto di una serie di fattori: dalla presenza di altre strutture simili nella zona, alla quota di compartecipazione comunale."
Notizia integrale qui: https://www.andriaviva.it/notizie/dalla-regione-finanziamenti-ai-comuni-per-l-acquisto-di-giostrine-inclusive/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

3 maggio 2017

Pietrasanta parco in arrivo

Pietrasanta (Lucca)
Prende forma il nuovo parco senza barriere architettoniche del quartiere Accademia. Quasi ultimati i lavori. Lo spazio è pronto a regalare alla comunità il primo parco inclusivo, progettato e pensato anche per i bambini diversamente abili, dotato di tutti i divertimenti: altalene, giochi a molla, pannelli gioco animati collocati all’interno di un labirinto, un piccolo escavatore-simulatore, una torre scivolo e una struttura multifunzionale. 

Notizia integrale qui: http://www.luccaindiretta.it/versilia/item/92556-pietrasanta-prende-forma-il-parco-giochi-senza-barriere.html

Sarà davvero inclusivo?

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Logo e immagini Parchi per Tutti sono soggetti a diritto d'autore

Comunicazione importante! Si sta verificando sempre più spesso un fatto molto spiacevole ovvero il nostro logo, (e ancora più spesso le nostre immagini), vengono utilizzate senza il nostro permesso a corredo di articoli per blog, siti, portali e molto altro. Alla nostra richiesta di rimozione la risposta è bene o male la stessa: "abbiamo preso l'immagine da Google", "si sa che le immagini trovate in internet possono essere usate da tutti", "lo abbiamo fatto in buona fede".
Allora sappiate che la legge non ammette ignoranza: non conoscete le regole del web? Evitate di navigare! Google non è un distributore gratuito di immagini ma un motore di ricerca, vi mostra risultati e vi suggerisce pure, guardate nell'immagine di questo post in basso a destra, che "Le immagini potrebbero essere soggette a copyright".
Ma dai?! Guarda te! Le immagini trovate in rete da Google appartengono a qualcuno. Questo "qualcuno" non ha voglia né tempo ogni settimana di inviare mail, messaggi facebook e spiegare ogni volta che logo e immagini di Parchi per Tutti non possono essere utilizzate senza permesso. È scritto chiaramente sul blog, informatevi bene prima di usare materiale che non vi appartiene. D'ora in avanti linea dura. Avete prelevato il logo e lo avete usato a corredo di un articolo sul vostro sito di un partito politico? Sono 50 euro per ogni giorno che il logo è stato pubblicato sul vostro sito. Per le immagini vale lo stesso!
Di essere prese in giro ci siamo stufate. Con affetto, Claudia e Raffaella :-)



NON puoi inserire sul tuo sito foto di altri senza permesso, nemmeno se metti i link.
NON puoi manipolare le foto di altri, storpiarle, alterarle, ecc… a meno che non usi foto libere da copyright e senza restrizioni o a meno che tu non abbia autorizzazioni.


Conseguenze in caso di illeciti https://retelab.it/blog/il-copyright-su-internet/

Le conseguenze di un utilizzo illecito di materiale protetto da copyright possono essere molto gravi, quindi non è il caso di prenderle sottogamba. In particolare in ordine di gravità potrebbero essere:
- obbligo di rimuoverle;
- obbligo di pagare per l’utilizzo (e se sul sito ne avete molte il conto può essere salatissimo);
- obbligo di chiudere il sito;
- denuncia civile e conseguenti spese legali e indennizzi;
- denuncia penale e conseguenti spese legali, indennizzi e condanna.


Uno dei temi caldi in rete è il copyright: molti ancora credono che il web sia l’equivalente del Far West, una terra di nessuno dove tutto è possibile ma la verità è ben diversa: regole e leggi sono in vigore anche online e devono essere rispettati se non vogliamo trovarci nei guai.
Se trovo un testo che mi piace e voglio citarlo, non solo è possibile ma è consigliabile, l’importante è che venga citata la fonte (con link!) e che la citazione non renda inutile la lettura del testo originale (deve essere una cosiddetta “corta citazione”, e non una copia integrale dell’articolo).

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.